Modifica di Libide

Attenzione: non hai effettuato l'accesso. Se effettuerai delle modifiche il tuo indirizzo IP sarà visibile pubblicamente. Se accedi o crei un'utenza, le tue modifiche saranno attribuite al tuo nome utente, insieme ad altri benefici.

Questa modifica può essere annullata. Controlla le differenze mostrate sotto fra le due versioni per essere certo che il contenuto corrisponda a quanto desiderato, e quindi salvare le modifiche per completare la procedura di annullamento.
Versione attuale Il tuo testo
Riga 1: Riga 1:
{{Voce
+
Giovane greco, uno dei dodici pirati che imbarcarono sulla loro nave [[Dioniso]] che aveva preso le sembianze di un giovinetto: quando furono in alto mare cominciò a maltrattarlo insieme ai suoi compagni, tranne [[Acete]] (secondo alcuni autori, invece, essi volevano avere rapporti sessuali con lui). Il dio si rivelò allora nel suo vero aspetto, provocando il panico nei pirati che si buttarono in acqua. Dioniso volle salvare loro la vita, trasformandoli in delfini, mentre Acete poté conservare l'aspetto umano. La metamorfosi provocò un ravvedimento in Libide e negli altri, che dedicarono il resto dei loro giorni a salvare i naviganti caduti disgraziatamente in acqua.
|anagrafica= SCHEDA ANAGRAFICA
 
|nome originale=-
 
|altri nomi=-
 
|immagine=[[Immagine:Noimage.jpg|250px]]
 
|etimo=-
 
|sesso=Maschio
 
|sezione=Mitologia Classica
 
|continente=Europa
 
|area=Mediterraneo
 
|paese=Grecia
 
|origine=Greci
 
|tipologia=Umani
 
|sottotipologia=Malviventi
 
|specificità=Pirati
 
|indole=Malevola
 
|aspetto=Antropomorfo
 
|animali=[[Delfino]]
 
|piante=-
 
|attributi=-
 
|elemento=-
 
|habitat=-
 
|ambiti=[[Elenchi:Metamorfosi|Metamorfosi]]
 
}}
 
  
Giovane della [[Meonia]], uno dei dodici pirati che imbarcarono sulla loro nave [[Dioniso]] che aveva preso le sembianze di un giovinetto: quando furono in alto mare cominciò a maltrattarlo insieme ai suoi compagni, tranne [[Acete]] (secondo alcuni autori, invece, essi volevano avere rapporti sessuali con lui). Il dio si rivelò allora nel suo vero aspetto, provocando il panico nei pirati che si buttarono in acqua. Dioniso volle salvare loro la vita, trasformandoli in delfini, mentre Acete poté conservare l'aspetto umano. In seguito alla metamorfosi Libide e gli altri si ravvedettero completamente dedicando il resto dei loro giorni a salvare i naviganti caduti disgraziatamente in acqua.
 
 
 
[[Categoria:Mitologia Classica]]
 
 
[[Categoria:Mitologia Greca]]
 
[[Categoria:Mitologia Greca]]
[[Categoria:Europa]]
+
[[categoria:Metamorfosi]]
[[Categoria:Mediterraneo]]
+
[[Categoria:Eroi]]
[[Categoria:Grecia]]
 
[[Categoria:Metamorfosi]]
 
[[Categoria:Umani]]
 
[[Categoria:Malviventi]]
 
[[Categoria:Sesso: Maschio]]
 
[[Categoria:Aspetto: Antropomorfo]]
 
[[Categoria:Indole: Malevola]]
 
 
[[Categoria:Pirati]]
 
[[Categoria:Pirati]]

Per favore tieni presente che tutti i contributi a Il Crepuscolo degli Dèi possono essere modificati, stravolti o cancellati da altri contributori. Se non vuoi che i tuoi testi possano essere alterati, allora non inserirli.
Inviando il testo dichiari inoltre, sotto tua responsabilità, che è stato scritto da te personalmente oppure è stato copiato da una fonte di pubblico dominio o similarmente libera (vedi Il Crepuscolo degli Dèi:Copyright per maggiori dettagli). Non inviare materiale protetto da copyright senza autorizzazione!

Annulla Guida (si apre in una nuova finestra)

Template utilizzato in questa pagina: