Laomedonte

(Differenze fra le revisioni)



				

				
			
m (Sostituzione testo - 'Categoria:Sovrani' con 'Categoria:Nobili Categoria:Sovrani')
Riga 19: Riga 19:
[[Categoria:Grecia]]
[[Categoria:Grecia]]
[[Categoria:Umani]]
[[Categoria:Umani]]
 +
[[Categoria:Nobili]]
[[Categoria:Sovrani]]
[[Categoria:Sovrani]]
[[Categoria:Sesso: Maschio]]
[[Categoria:Sesso: Maschio]]
[[Categoria:Aspetto: Antropomorfo]]
[[Categoria:Aspetto: Antropomorfo]]
[[Categoria:Indole: Malevola]]
[[Categoria:Indole: Malevola]]

Versione del 15:12, 5 ago 2019

Figlio di Ilo e di Euridice, fu padre di numerosi figli che ebbe da Strimo, tra cui Priamo ed Esione. Fu re di Troia. Apollo e Poseidone lo servirono come pastori e costruirono per lui le mura di Troia. Non avendo però Laomedonte corrisposto la promessa per il lavoro, Poseidone mandò un mostro marino, al quale il re dovette offrire in pasto la figlia Esione. Eracle, passando di là in quel momento, uccise il mostro e liberò Esione. Ma poiché Laomedonte neanche a lui mantenne la promessa di dargli i cavalli avuti in regalo da Zeus, Eracle tornò con 18 navi a Troia e, presala, uccise Laomedonte e tutti i suoi figli maschi, eccetto Priamo che fu salvato per le preghiere della sorella Esione. Tra i figli maschi di Laomedonte ce ne erano altri due che sfuggirono alla morte, in quanto non si trovavano insieme al re in quei frangenti; Bucolione, il primogenito, ceduto neonato a una coppia di pastori, e Titone, che era stato rapito da Eos. Secondo alcuni scrittori, tra cui Omero, Eracle avrebbe ucciso solo Laomedonte.

Progenie di Laomedonte