Differenze tra le versioni di "Kuei (1)"

m (Sostituzione testo - "==Iconografia==" con "==ICONOGRAFIA==")
 
Riga 29: Riga 29:
 
<br>Confucio lo ricorda tra le manifestazioni soprannaturali della natura, ed in particolare tra le stranezze del legno e della pietra; viene quindi da pensare che il Kuei abiti tra boschi e montagne inaccessibili.
 
<br>Confucio lo ricorda tra le manifestazioni soprannaturali della natura, ed in particolare tra le stranezze del legno e della pietra; viene quindi da pensare che il Kuei abiti tra boschi e montagne inaccessibili.
  
==Iconografia==
+
==ICONOGRAFIA==
 
Ha un corpo azzurrognolo, niente corna ed una sola zampa.
 
Ha un corpo azzurrognolo, niente corna ed una sola zampa.
 
In una statua del III secolo a. C. il Kuei è raffigurato con orecchie di elefante, fronte di uomo calvo, braccia umane con artigli, una sola gamba coperta di scaglie, con uno zoccolo, ed un'ala.  
 
In una statua del III secolo a. C. il Kuei è raffigurato con orecchie di elefante, fronte di uomo calvo, braccia umane con artigli, una sola gamba coperta di scaglie, con uno zoccolo, ed un'ala.  

Versione attuale delle 21:27, 2 lug 2020

SCHEDA
Noimage.jpg
IDENTITA'
Nome originale: -
Altri nomi: -
Etimologia: -
Sesso: Maschio
LOCALIZZAZIONE
Sezione: Mitologia Orientale
Continente: Asia
Area: Estremo Oriente
Paese: Cina
Popolo/Regione: Cinesi
CLASSIFICAZIONE
Tipologia: Creature Fantastiche
Sottotipologia: Animali
Specificità: Bovini
Subspecifica: Tori
ATTRIBUTI
Aspetto: Animale
Animali: -
Piante: -
Altri attributi: -
CARATTERI
Indole: Neutrale
Elemento: Terra
Habitat: Montagna
Tematiche: Pioggia, Tuoni, Vento

Quadrupede somigliante ad un toro, che vive nel mare dell'Est, sul monte Luibo. Quando entra o esce dall'acqua, la pioggia ed il vento devastano il paese. Il suo bagliore somiglia a quello del sole e della luna, e il rumore che produce è come il tuono.
L'imperatore Giallo fece con la sua pelle un tamburo, che batteva con un osso della "bestia del tuono"; il rumore che così si produceva si spandeva a chilometri di distanza, ispirando terrore a tutti gli abitanti del regno.
Confucio lo ricorda tra le manifestazioni soprannaturali della natura, ed in particolare tra le stranezze del legno e della pietra; viene quindi da pensare che il Kuei abiti tra boschi e montagne inaccessibili.

ICONOGRAFIA[modifica]

Ha un corpo azzurrognolo, niente corna ed una sola zampa. In una statua del III secolo a. C. il Kuei è raffigurato con orecchie di elefante, fronte di uomo calvo, braccia umane con artigli, una sola gamba coperta di scaglie, con uno zoccolo, ed un'ala.