Differenze tra le versioni di "Ippolito (2)"

m (Sostituzione testo - '|specificità=Sovrani' con '|specificità=Sovrani |sub=-')
m (Sostituzione testo - "== Bibliografia ==" con "==BIBLIOGRAFIA==")
Riga 33: Riga 33:
 
Ippolito fu resuscitato da [[Asclepio]], e venne portato da [[Artemide]] nel Lazio dove visse sotto il nome di [[Virbio (1)|Virbio]]. Dopo essere stato affidato alle cure di [[Egeria]] sposò [[Aricia]] e fondò una città cui dette il nome di lei, divenendovi re. Ebbe un figlio che fu chiamato anch'egli [[Virbio (2)|Virbio]].
 
Ippolito fu resuscitato da [[Asclepio]], e venne portato da [[Artemide]] nel Lazio dove visse sotto il nome di [[Virbio (1)|Virbio]]. Dopo essere stato affidato alle cure di [[Egeria]] sposò [[Aricia]] e fondò una città cui dette il nome di lei, divenendovi re. Ebbe un figlio che fu chiamato anch'egli [[Virbio (2)|Virbio]].
  
== Bibliografia ==
+
==BIBLIOGRAFIA==
  
 
=== Fonti Antiche ===
 
=== Fonti Antiche ===

Versione delle 10:55, 3 lug 2020

SCHEDA
Noimage.jpg
IDENTITA'
Nome originale: -
Altri nomi: -
Etimologia: -
Sesso: Maschio
LOCALIZZAZIONE
Sezione: Mitologia Classica
Continente: Europa
Area: Mediterraneo
Paese: Grecia
Popolo/Regione: Greci
CLASSIFICAZIONE
Tipologia: Umani
Sottotipologia: Nobili
Specificità: Sovrani
Subspecifica: -
ATTRIBUTI
Aspetto: Antropomorfo
Animali: -
Piante: -
Altri attributi: -
CARATTERI
Indole: Benevola
Elemento: -
Habitat: -
Tematiche: Caccia, Resurrezione

Figlio di Teseo e dell'amazzone Ippolita (chi dice Ippolita, chi Antiope). Devotissimo ad Artemide, faceva della caccia la sua unica passione, disprezzando l'amore.

La morte

La matrigna Fedra si innamorò di lui e per i suoi rifiuti lo calunniò presso Teseo. Questi allora lo maledisse, raccomandando a Poseidone di vendicarlo. Infatti, un giorno che Ippolito guidava il cocchio in riva al mare, Poseidone fece sorgere dal mare un toro furioso, che spaventò i cavalli, il cocchio fu travolto ed Ippolito morì. Ma fu riconosciuta poi la sua innocenza, e Fedra per il rimorso si uccise.

La resurrezione

Ippolito fu resuscitato da Asclepio, e venne portato da Artemide nel Lazio dove visse sotto il nome di Virbio. Dopo essere stato affidato alle cure di Egeria sposò Aricia e fondò una città cui dette il nome di lei, divenendovi re. Ebbe un figlio che fu chiamato anch'egli Virbio.

BIBLIOGRAFIA

Fonti Antiche

Riferimenti letterari

La figura di Ippolito nella letteratura postclassica

  • Jean Racine, Fedra, tragedia.