Ino

(Differenze fra le revisioni)



				

				
			
Riga 1: Riga 1:
Figlia di [[Cadmo]] e di [[Armonia]], era sorella di [[Semele]], di [[Agave (1)|Agave]] e di [[Autonoe]]. Fu la seconda sposa di [[Atamante]], che per lei abbandonò [[Nefele]], al quale diede [[Learco]] e [[Melicerte]]. Quando [[Era]] fece abbattere sui campi di Beozia una terribile siccità, Ino corruppe gli ambasciatori del marito che erano stati mandati a interrogare l'oracolo di [[Delfi]], i quali portarono un falso responso secondo il quale il dio pretendeva il sacrificio di [[Frisso]] e di [[Elle]], i figli che [[Atamante]] aveva avuto dalla prima moglie [[Nefele]]. I due ragazzi furono fatti fuggire dalla Grecia in groppa all'ariete dal vello d'oro, e [[Atamante]] e Ino vennero resi folli da [[Era]]. [[Atamante]] uccise [[Learco]], Ino si gettò con [[Melicerte]] in mare da una scogliera. Madre e figlio vennero però trasformate in divinità marine che furono [[Leucotea]] e [[Palemone]].
Figlia di [[Cadmo]] e di [[Armonia]], era sorella di [[Semele]], di [[Agave (1)|Agave]] e di [[Autonoe]]. Fu la seconda sposa di [[Atamante]], che per lei abbandonò [[Nefele]], al quale diede [[Learco]] e [[Melicerte]]. Quando [[Era]] fece abbattere sui campi di Beozia una terribile siccità, Ino corruppe gli ambasciatori del marito che erano stati mandati a interrogare l'oracolo di [[Delfi]], i quali portarono un falso responso secondo il quale il dio pretendeva il sacrificio di [[Frisso]] e di [[Elle]], i figli che [[Atamante]] aveva avuto dalla prima moglie [[Nefele]]. I due ragazzi furono fatti fuggire dalla Grecia in groppa all'ariete dal vello d'oro, e [[Atamante]] e Ino vennero resi folli da [[Era]]. [[Atamante]] uccise [[Learco]], Ino si gettò con [[Melicerte]] in mare da una scogliera. Madre e figlio vennero però trasformate in divinità marine che furono [[Leucotea]] e [[Palemone]].
-
== Bibliografia ==
+
{{Bibliografia}}
-
=== Fonti Antiche ===
+
 
-
*Ovidio, ''Metamorfosi''
+
[[Categoria:Mitologia Greca]]
[[Categoria:Mitologia Greca]]

Versione del 13:39, 12 apr 2017

Figlia di Cadmo e di Armonia, era sorella di Semele, di Agave e di Autonoe. Fu la seconda sposa di Atamante, che per lei abbandonò Nefele, al quale diede Learco e Melicerte. Quando Era fece abbattere sui campi di Beozia una terribile siccità, Ino corruppe gli ambasciatori del marito che erano stati mandati a interrogare l'oracolo di Delfi, i quali portarono un falso responso secondo il quale il dio pretendeva il sacrificio di Frisso e di Elle, i figli che Atamante aveva avuto dalla prima moglie Nefele. I due ragazzi furono fatti fuggire dalla Grecia in groppa all'ariete dal vello d'oro, e Atamante e Ino vennero resi folli da Era. Atamante uccise Learco, Ino si gettò con Melicerte in mare da una scogliera. Madre e figlio vennero però trasformate in divinità marine che furono Leucotea e Palemone.

Bibliografia

Fonti antiche

Per visualizzare le fonti antiche su Ino vai a FontiAntiche:Ino

Fonti moderne

Per visualizzare le fonti moderne su Ino vai a FontiModerne:Ino