Ina

(Differenze fra le revisioni)



				

				
			
Versione corrente (22:59, 30 giu 2013) (modifica) (annulla)
 
Riga 2: Riga 2:
<br>Durante il giorno, quando il suo sposo di rado è visibile, vive in cielo. Ina fabbrica tapa (tessuti di corteccia) servendosi degli alberi che crescono sulla Terra; non appena un tessuto di corteccia è ben battuto, lo distende sul cielo blu, dove lei siede come una nuvola, bianca e grigia. Le pezze sono tenute ferme da grandi pietre, e quando lei sposta una delle pezze, le pietre rotolano via producendo il tuono. Ella inoltre ha insegnato alle donne l’arte di intrecciare canestri. Sua figlia è [[Aroture]]. Nelle Samoa è chiamata Sina.
<br>Durante il giorno, quando il suo sposo di rado è visibile, vive in cielo. Ina fabbrica tapa (tessuti di corteccia) servendosi degli alberi che crescono sulla Terra; non appena un tessuto di corteccia è ben battuto, lo distende sul cielo blu, dove lei siede come una nuvola, bianca e grigia. Le pezze sono tenute ferme da grandi pietre, e quando lei sposta una delle pezze, le pietre rotolano via producendo il tuono. Ella inoltre ha insegnato alle donne l’arte di intrecciare canestri. Sua figlia è [[Aroture]]. Nelle Samoa è chiamata Sina.
 +
[[Categoria:Mitologia Oceanica]]
[[Categoria:Mitologia Polinesiana]]
[[Categoria:Mitologia Polinesiana]]
[[Categoria:Oceania]]
[[Categoria:Oceania]]

Versione corrente

Dea polinesiana della luce, moglie del dio della luna Marama. È figlia del vecchio e cieco dio della terra Kui.
Durante il giorno, quando il suo sposo di rado è visibile, vive in cielo. Ina fabbrica tapa (tessuti di corteccia) servendosi degli alberi che crescono sulla Terra; non appena un tessuto di corteccia è ben battuto, lo distende sul cielo blu, dove lei siede come una nuvola, bianca e grigia. Le pezze sono tenute ferme da grandi pietre, e quando lei sposta una delle pezze, le pietre rotolano via producendo il tuono. Ella inoltre ha insegnato alle donne l’arte di intrecciare canestri. Sua figlia è Aroture. Nelle Samoa è chiamata Sina.