Immagine:Bernini, Gian Lorenzo - Il ratto di Proserpina (1621-22).jpg



				

				
SCHEDA
Autore: Bernini, Gian Lorenzo
Nazione: Italia
Titolo: Il ratto di Proserpina
Periodo: Arte Moderna
Stile: Barocco
Datazione: 1621-22
Tipologia: Scultura
Tecnica: Marmo bianco
Ubicazione: Galleria Borghese, Roma
Descrizione: Il soggetto è legato al tema del ciclo delle stagioni ed è tratto da un passo specifico delle Metamorfosi di Ovidio: «quando in un lampo Plutone la vide, se ne invaghì e la rapì». La giovane e bellissima Proserpina, figlia di Giove e Cerere (dea della fertilità e delle messi), fu notata da Plutone, il terribile Re degli Inferi, che, invaghitosi di lei, la rapì mentre raccoglieva fiori al lago di Pergusa presso Enna. Cerere, per il dolore, abbandonò i campi, causando una gravissima carestia. Giove, quindi, intervenne trovando un accordo tra Plutone e Cerere anche grazie alla mediazione di Mercurio: Proserpina avrebbe trascorso sei mesi con la madre favorendo l'abbondanza dei raccolti mentre, per i restanti mesi dell'anno, quelli invernali, sarebbe rimasta con Plutone nell'Ade.
Sezione: Mitologia Romana
Tag: Proserpina, Plutone


ESPLORA IL MUSEO
Vai nella Hall Mitologie Artisti Periodi Tipologie Collezioni

Cronologia del file

Fare clic su un gruppo data/ora per vedere il file come si presentava nel momento indicato.

Data/OraDimensioniUtenteOggetto
corrente12:09, 8 apr 2017447×800 (65 KB)Ilcrepuscolo (discussione | contributi) ({{Museo |anagrafica=SCHEDA |autore=Gian Lorenzo Bernini |titolo=Il ratto di Proserpina |tipologia=Scultura |tecnica=Marmo bianco |periodo=Epoca Moderna |datazione=1621-22 |ubicazione=Galleria Borghese, Roma |descrizione=Il soggetto è legato al tema del c)

Il seguente file è un duplicato di questo file:

Le seguenti 4 pagine contengono collegamenti all'immagine: