Ificlo (3)



				

				

Figlio di Filaco e di Climene. Era talmente veloce da non piegare le spighe, mentre correva su un campo di grano. Partecipò alla spedizione degli Argonauti e, nei giochi funebri in onore di Pelia, vinse la gara della corsa. Generò Podarce e Protesilao dopo essere stato guarito dalla sua impotenza da Melampo.