How-yi

(Differenze fra le revisioni)



				

				
			
Versione corrente (07:12, 25 gen 2020) (modifica) (annulla)
 
Riga 19: Riga 19:
|piante=-
|piante=-
|attributi=[[Arco]]
|attributi=[[Arco]]
-
|elemento=Terra
+
|elemento=Fuoco
|habitat=Cielo
|habitat=Cielo
|ambiti=[[Elenchi:Sole|Sole]]
|ambiti=[[Elenchi:Sole|Sole]]
Riga 35: Riga 35:
[[Categoria:Aspetto: Antropomorfo]]
[[Categoria:Aspetto: Antropomorfo]]
[[Categoria:Indole: Benevola]]
[[Categoria:Indole: Benevola]]
-
[[Categoria:Elemento: Terra]]
+
[[Categoria:Elemento: Fuoco]]
[[Categoria:Habitat: Cielo]]
[[Categoria:Habitat: Cielo]]
[[Categoria:Arcieri]]
[[Categoria:Arcieri]]
[[Categoria:Sole]]
[[Categoria:Sole]]

Versione corrente

SCHEDA
IDENTITA'
Nome originale: -
Altri nomi: -
Etimologia: -
Sesso: Maschio
LOCALIZZAZIONE
Sezione: Mitologia Orientale
Continente: Asia
Area: Estremo Oriente
Paese: Cina
Popolo/Regione: Cinesi
CLASSIFICAZIONE
Tipologia: Divinità
Sottotipologia: -
Specificità: -
ATTRIBUTI
Aspetto: Antropomorfo
Animali: -
Piante: -
Altri attributi: Arco
CARATTERI
Indole: Benevola
Elemento: Fuoco
Habitat: Cielo
Tematiche: Sole

Abilissimo arciere, sposo della dea lunare C'ang-o. E' protagonista di un'antichissima leggenda cinese che narra dell'esistenza di dieci astri solari che comparivano nel cielo cinese alternativamente. Poiché un giorno apparvero tutti insieme causando incendi devastatori e danni agli uomini e agli animali, How-Yi ne fece precipitare nove a colpi di frecce; da allora l'ordine cosmico si ristabilì e il giovane arciere venne premiato dagli dèi con l'elisir dell'immortalità. La divina bevanda gli venne poi sottratta dalla moglie, che fuggì dileguandosi in cielo.