Modifica di Guerra di Troia

Attenzione: non hai effettuato l'accesso. Se effettuerai delle modifiche il tuo indirizzo IP sarà visibile pubblicamente. Se accedi o crei un'utenza, le tue modifiche saranno attribuite al tuo nome utente, insieme ad altri benefici.

Questa modifica può essere annullata. Controlla le differenze mostrate sotto fra le due versioni per essere certo che il contenuto corrisponda a quanto desiderato, e quindi salvare le modifiche per completare la procedura di annullamento.
Versione attuale Il tuo testo
Riga 8: Riga 8:
 
==La guerra omerica==
 
==La guerra omerica==
 
Il mito narra che essa fu scatenata dal rapimento di [[Elena]] da parte di [[Paride]], e dalla successiva vendetta di [[Menelao]]. Ma, se consideriamo la vicenda sotto altri aspetti, le ragioni del conflitto sembra siano state piu “prosaiche”.
 
Il mito narra che essa fu scatenata dal rapimento di [[Elena]] da parte di [[Paride]], e dalla successiva vendetta di [[Menelao]]. Ma, se consideriamo la vicenda sotto altri aspetti, le ragioni del conflitto sembra siano state piu “prosaiche”.
<br>Quando gli [[Achei]] giunsero in Grecia per la prima volta, non conoscevano il mare, tanto che per indicarlo dovettero ricorrere all’idioma thalassa. In seguito divennero, tuttavia, marinai molto esperti, divenendo esperti nel commercio marittimo e organizzando perfino spedizioni militari e pirateria. Pian piano si espansero, a danno dei cretesi, in gran parte del Mediterraneo. Poiché i loro traffici li portavano anche verso il Mar Nero, gli [[Achei]] mostrarono particolare interesse al controllo degli stretti che davano accesso a quel mare, e che allora erano sotto il dominio dei troiani e di altre popolazioni frigie. Pertanto è probabile che parecchi principi achei si allearono per condurre una spedizione nello stretto dei Dardanelli (chiamato [[Ellesponto]]) e che i frigi si difesero dall’invasione con l’aiuto di altri popoli anatomici. Così  si sarebbe svolta la guerra di Troia, terminata verso la metà del XIII sec. a. C. con la vittoria degli [[Achei]]. Questa vicenda verosimilmente offrì lo spunto alla composizione di leggende e canti riguardanti i loro eroi combattenti e la città troiana.
+
<br>Quando gli [[Achei]] giunsero in Grecia per la prima volta, non conoscevano il mare, tanto che per indicarlo dovettero ricorrere all’idioma thalassa. In seguito divennero, tuttavia, marinai molto esperti, divenendo esperti nel commercio marittimo e organizzando perfino spedizioni militari e pirateria. Pian piano si espansero, a danno dei cretesi, in gran parte del Mediterraneo. Poiché i loro traffici li portavano anche verso il Mar Nero, gli [[Achei]] mostrarono particolare interesse al controllo degli stretti che davano accesso a quel mare, e che allora erano sotto il dominio dei troiani e di altre popolazioni frigie. Pertanto è probabile che parecchi principi achei si allearono per condurre una spedizione nello stretto dei Dardanelli (chiamato [[Ellesponto]]) e che i frigi si difesero dall’invasione con l’aiuto di altri popoli anatomici. Così  si sarebbe svolta la guerra di Troia, terminata verso la metà del XIII sec. a. C. con la vittoria degli [[Achei]]. Questa vicenda verosimilmente offrì lo spunto alla composizione di leggende e canti riguardanti i loro eroi combattenti e la citta' troiana.
  
 
==La realtà storica==
 
==La realtà storica==
Riga 23: Riga 23:
 
L'esercito troiano poteva contare su un gran numero di contingenti, al pari di quello acheo; accanto ai troiani vi erano infatti i tantissimi popoli loro alleati, ciascuno sotto il comando di uno o più nobili; a volte anche di un principe o di un re. In alcuni passi dell'[[Iliade]] però troviamo una differenza di non poco conto tra i due eserciti: alcuni dei contingenti comandati dagli alleati dei Troiani sembrano essere costituiti da veri e propri mercenari "stagionali", con "contratto a termine".
 
L'esercito troiano poteva contare su un gran numero di contingenti, al pari di quello acheo; accanto ai troiani vi erano infatti i tantissimi popoli loro alleati, ciascuno sotto il comando di uno o più nobili; a volte anche di un principe o di un re. In alcuni passi dell'[[Iliade]] però troviamo una differenza di non poco conto tra i due eserciti: alcuni dei contingenti comandati dagli alleati dei Troiani sembrano essere costituiti da veri e propri mercenari "stagionali", con "contratto a termine".
 
<br>I troiani avevano per comandante assoluto [[Ettore]], coadiuvato da [[Polidamante]]: come condottieri minori figuravano quattro dei suoi fratelli, [[Paride]] (affiancato da [[Agenore]], uno dei figli di [[Antenore]], e da [[Alcatoo]]), [[Deifobo]], [[Eleno]] e [[Troilo]], più un quinto comandante che fu [[Enea]], seguito da due figli di [[Antenore]], [[Archeloco]] e [[Acamante (1)|Acamante]], suoi luogotenenti. Un altro figlio di [[Antenore]], [[Laodamante]], combatté col grado di capitano.
 
<br>I troiani avevano per comandante assoluto [[Ettore]], coadiuvato da [[Polidamante]]: come condottieri minori figuravano quattro dei suoi fratelli, [[Paride]] (affiancato da [[Agenore]], uno dei figli di [[Antenore]], e da [[Alcatoo]]), [[Deifobo]], [[Eleno]] e [[Troilo]], più un quinto comandante che fu [[Enea]], seguito da due figli di [[Antenore]], [[Archeloco]] e [[Acamante (1)|Acamante]], suoi luogotenenti. Un altro figlio di [[Antenore]], [[Laodamante]], combatté col grado di capitano.
<br>I condottieri delle altre città della Troade erano: i fratelli [[Adrasto (3)|Adrasto]] e [[Anfio (1)|Anfio]], sovrani rispettivamente di [[Adrastea (2)|Adrastea]] e [[Pitiea]], e originari di [[Percote]]; il loro nipote [[Asio (1)|Asio]], fondatore e re di [[Arisbe (2)|Arisbe]] (accompagnato dai fratelli [[Ippocoonte (3)|Ippocoonte]] e [[Niso (1)|Niso]]); il principe [[Pandaro (1)|Pandaro]] di [[Zelea]]; [[Cicno (2)|Cicno]], re di [[Colone]], con suo figlio [[Tenete]], sovrano dell'isola di [[Tenedo]].
+
<br>I condottieri delle altre città della Troade erano: i fratelli [[Adrasto (3)|Adrasto]] e [[Anfio (1)|Anfio]], sovrani rispettivamente di [[Adrastea (2)|Adrastea]] e [[Pitiea]], e originari di [[Percote]]; il loro nipote [[Asio (1)|Asio]], fondatore e re di [[Arisbe (2)|Arisbe]] (accompagnato dai fratelli [[Ippocoonte (3)|Ippocoonte]] e [[Niso (1)|Niso]]); il principe [[Pandaro (1)|Pandaro]] di Zelea; [[Cicno (2)|Cicno]], re di Colone, con suo figlio [[Tenete]], sovrano dell'isola di [[Tenedo]].
<br>Questi invece i condottieri provenienti da altre regioni: per i [[Pelasgi]], i fratelli [[Ippotoo]] e [[Pileo]]; per i [[Traci]], il re [[Reso]], affiancato da [[Acamante (2)|Acamante]] e [[Piroo]] (presente col figlio [[Rigmo]]); per i [[Ciconi]], [[Eufemo (2)|Eufemo]] e [[Mente]]; per i [[Peoni]], [[Pirecme]] e il giovane [[Asteropeo]] (quest'ultimo arrivò a Troia all'inizio del decimo anno di guerra come soldato semplice ma dopo pochi giorni fu promosso condottiero per i suoi meriti); per i [[Paflagoni]], [[Pilemene]]; per gli [[Alizoni]], [[Odìo]] ed [[Epistrofo]]; per i [[Meoni]], i principi [[Mestle]] e [[Antifo (2)|Antifo]], che erano fratelli, accompagnati dallo zio [[Ifitione]] (combattente col grado di capitano); per i [[Frigi]], i principi [[Forci]] e [[Ascanio (2)|Ascanio]], fratelli, insieme a [[Corebo]], anch'egli principe ma figlio di un altro re frigio; per i [[Misi]], i nobili [[Cromio (6)|Cromio]] ed [[Ennomo]], cui si aggiunsero in seguito [[Irtio]] e il principe [[Euripilo]] (che all'inizio della guerra era ancora un fanciullo); per i [[Cari]], i fratelli [[Naste]] e [[Anfimaco (2)|Anfimaco]]; per i [[Lici]], il re [[Sarpedonte (2)|Sarpedonte]], affiancato dal figlio [[Antifate]], dai fratellastri [[Claro]] e [[Temone]], e dal cugino [[Glauco (3)|Glauco]], che divenne comandante dopo la sua morte (quando poi cadde anche lui, subentrò [[Oronte]]); per gli [[Etiopi]] e i [[Persiani]] il re [[Memnone]], che era nipote di [[Priamo]]; e [[Pentesilea]], regina delle [[Amazzoni]]. Inoltre bisogna ricordare che prima di assediare Troia i greci conquistarono il regno di [[Cilicia]], uccidendone il re [[Eezione]], consuocero di [[Priamo]]. Nell'Iliade figurano infine come condottieri alleati dei troiani anche [[Medonte]], [[Disenore]] e un re di nome [[Timbreo]], con omissione delle loro provenienze.
+
<br>Questi invece i condottieri provenienti da altre regioni: per i [[Pelasgi]], i fratelli [[Ippotoo]] e [[Pileo]]; per i [[Traci]], il re [[Reso]], affiancato da [[Acamante (2)|Acamante]] e [[Piroo]] (presente col figlio [[Rigmo]]); per i [[Ciconi]], [[Eufemo]]; per i [[Peoni]], [[Pirecme]] e il giovane [[Asteropeo]] (quest'ultimo arrivò a Troia all'inizio del decimo anno di guerra come soldato semplice ma dopo pochi giorni fu promosso condottiero per i suoi meriti); per i [[Paflagoni]], [[Pilemene]]; per gli [[Alizoni]], [[Odìo]] ed [[Epistrofo]]; per i [[Meoni]], i principi [[Mestle]] e [[Antifo (2)|Antifo]], che erano fratelli, accompagnati dallo zio [[Ifitione]] (combattente col grado di capitano); per i [[Frigi]], i principi [[Forci]] e [[Ascanio (2)|Ascanio]], fratelli, insieme a [[Corebo]], anch'egli principe ma figlio di un altro re frigio; per i [[Misi]], i nobili [[Cromio (6)|Cromio]] ed [[Ennomo]], cui si aggiunsero in seguito [[Irtio]] e il principe [[Euripilo]] (che all'inizio della guerra era ancora un fanciullo); per i [[Cari]], i fratelli [[Naste]] e [[Anfimaco]]; per i [[Lici]], il re [[Sarpedonte (2)|Sarpedonte]] affiancato dal cugino [[Glauco (3)|Glauco]], che divenne comandante dopo la sua morte (quando poi cadde anche lui, subentrò [[Oronte]]); per gli [[Etiopi]], il re [[Memnone]], che era nipote di [[Priamo]]; e [[Pentesilea]], regina delle [[Amazzoni]]. Inoltre bisogna ricordare che prima di assediare Troia i greci conquistarono il regno di [[Cilicia]], uccidendone il re [[Eezione]], consuocero di [[Priamo]]. Nell'Iliade figurano infine come condottieri alleati dei troiani anche [[Medonte]], [[Disenore]] e un re di nome [[Timbreo]], con omissione delle loro provenienze.
  
==BIBLIOGRAFIA==
 
  
=== Fonti Antiche ===
 
*[[Omero]], ''[[Iliade]]''
 
*[[Euripide]], ''[[Ifigenia in Aulide]]''
 
*[[Euripide]], ''[[Ecuba (Euripide)|Ecuba]]''
 
*[[Euripide]], ''[[Le Troiane]]''
 
*[[Euripide]], ''[[Reso (Euripide)|Reso]]''
 
*[[Virgilio]], ''[[Eneide]]''
 
 
 
[[Categoria:Mitologia Classica]]
 
 
[[Categoria:Mitologia Greca]]
 
[[Categoria:Mitologia Greca]]
[[Categoria:Europa]]
 
[[Categoria:Mediterraneo]]
 
[[Categoria:Grecia]]
 
 
[[Categoria:Eventi]]
 
[[Categoria:Eventi]]
[[Categoria:Sesso: Neutro]]
 

Per favore tieni presente che tutti i contributi a Il Crepuscolo degli Dèi possono essere modificati, stravolti o cancellati da altri contributori. Se non vuoi che i tuoi testi possano essere alterati, allora non inserirli.
Inviando il testo dichiari inoltre, sotto tua responsabilità, che è stato scritto da te personalmente oppure è stato copiato da una fonte di pubblico dominio o similarmente libera (vedi Il Crepuscolo degli Dèi:Copyright per maggiori dettagli). Non inviare materiale protetto da copyright senza autorizzazione!

Annulla Guida (si apre in una nuova finestra)