Glauco (1)



				

				
SCHEDA
IDENTITA'
Nome originale: Γλαῦκος
Altri nomi: -
Etimologia: -
Sesso: Maschio
LOCALIZZAZIONE
Sezione: Mitologia Classica
Continente: Europa
Area: Mediterraneo
Paese: Grecia
Popolo/Regione: Greci
CLASSIFICAZIONE
Tipologia: Divinità
Sottotipologia: Divinità della Natura
Specificità: Divinità del Mare
ATTRIBUTI
Aspetto: Antropomorfo
Animali: -
Piante: -
Altri attributi: -
CARATTERI
Indole: Benevola
Elemento: Acqua
Habitat: Mare
Tematiche: Presagio

Divinità marina che prediceva l'avvenire. Fabbricò la nave Argo, e partecipò come timoniere all'impresa degli Argonauti. Secondo la leggenda era in origine un pescatore di Anthedon, figlio di Alcione, che avendo gettato un pesce mezzo morto sopra una certa erba e avendo visto che il pesce riprendeva vita, mangiò di quell'erba, e subito si sentì spinto a gettarsi in mare e divenne immortale. Oceano e Teti lo fecero dio. Si tratta di un essere assai focoso sessualmente e costantemente innamorato (di Arianna, delle Nereidi, di Scilla), senza sdegnare neanche le avventure omosessuali (con Melicerte e Nereo, secondo Ateneo e Nicandro), ma spesso sfortunato e non corrisposto. Tra i suoi figli si ricorda soprattutto Deifobe (la Sibilla Cumana).

[modifica] ICONOGRAFIA

Secondo la descrizione riportata da Fiatone, il suo corpo era incrostato di conchiglie, alghe ed erbe a tal punto da fargli perdere ogni somiglianzà con gli esseri umani; secondo altri testi, invece, e secondo la maggior parte dell'iconografia antica, egli avrebbe avuto l'aspetto di uomo dalla testa alla cintola e, al di sotto, quello di pesce.