Differenze tra le versioni di "Giano"

(Culto ed etimologia)
Riga 4: Riga 4:
  
 
[[Categoria:Mitologia Romana]]
 
[[Categoria:Mitologia Romana]]
[[Categoria:Divinità Maschili]]
+
[[Categoria:Classificazione: Divinità]]
 +
[[Categoria:Sesso: Maschio]]
 +
[[Categoria:Indole: Benevola]]

Versione delle 19:25, 16 ott 2011

E' divinità esclusivamente romana, la più antica. Divom deus, "dio degli dèi", Ianus Pater, invocato spesso insieme con Iuppiter, Giove. Il suo nome sarebbe legato alla sua funzione. Un dio delle porte di casa (ianua) e dei passaggi (iani): ne custodiva l'entrata e l'uscita e portava in mano, come i portinai, ianitores, una chiave e un bastone, e fu immaginato con due facce, a custodire entrata e uscita. E' anche il dio del principio, e perciò del mattino, e del primo mese dell'anno che in suo onore si chiamava Ianuarius (da cui il nostro Gennaio). Si diceva che avesse regnato in Italia prima di Saturno e Giove.

Culto ed etimologia

Al culto di Giano era associato un rituale del tutto particolare: venivano scardinate le porte dei suoi templi al principio di una guerra, quando l'esercito usciva in campo. Anche Numa Pompilio aveva costruito vicino al Foro una porta (in latino ianua, donde il nome del dio) che restava aperta quando lo Stato era in guerra, e chiusa in tempo di pace.