Gaguro



				

				

Curioso folletto del folklore pugliese, immaginato come un nano dalla faccia nera ed orribile, braccia corte e pelose, che cammina saltellando e sgambettando. Se si dorme con le braccia incrociate e piedi dritti, ovvero con la tipica posizione del cadavere, viene di notte e salta sullo stomaco del malcapitato, immobilizzandolo e cercando di soffocarlo. Se, però, si riesce a togliergli il cappello, lo si ha in pugno ed è possibile esprimere un desiderio.