Fineo (1)

(Differenze fra le revisioni)



				

				
			
m (Sostituzione testo - 'Categoria:Re' con 'Categoria:Sovrani')
Riga 14: Riga 14:
[[Categoria:Indovini&Profeti]]
[[Categoria:Indovini&Profeti]]
[[Categoria:Accecamento]]
[[Categoria:Accecamento]]
 +
[[Categoria:Sesso: Maschio]]
 +
[[Categoria:Indole: Neutrale]]
 +
[[Categoria:Aspetto: Antropomorfo]]

Versione del 15:03, 14 nov 2011

Re di Salmidesso, nella Tracia, venne privato dagli dèi della vista per avere, a sua volta, accecato i figli in seguito a una falsa accusa rivolta loro dalla matrigna Idotea. Divenne un famoso indovino. Fu perseguitato dalle Arpie che a ogni pasto gli strappavano il cibo di bocca e insozzavano la tavola con i loro escrementi. Era Zeus a inviarle, perché Fineo aveva osato svelare ai mortali il sacro pensiero del signore dell'Olimpo. A liberarlo dai mostri furono gli Argonauti.

Riferimenti artistici

  • Sebastiano Ricci, Fineo e i Boreadi, dipinto.