Fineo (1)

(Differenze fra le revisioni)



				

				
			
Versione corrente (17:50, 13 nov 2019) (modifica) (annulla)
 
Riga 1: Riga 1:
 +
{{Voce
 +
|anagrafica= SCHEDA ANAGRAFICA
 +
|nome originale=-
 +
|altri nomi=-
 +
|immagine=[[Immagine:Noimage.jpg|250px]]
 +
|etimo=-
 +
|sesso=Maschio
 +
|sezione=Mitologia Classica
 +
|continente=Europa
 +
|area=Mediterraneo
 +
|paese=Grecia
 +
|origine=Greci
 +
|tipologia=Umani
 +
|sottotipologia=Nobili
 +
|specificità=Sovrani
 +
|indole=Benevola
 +
|aspetto=Antropomorfo
 +
|animali=-
 +
|piante=-
 +
|attributi=-
 +
|elemento=-
 +
|habitat=-
 +
|ambiti=[[Elenchi:Accecamento|Accecamento]], [[Elenchi:Presagio|Presagio]], [[Elenchi:Punizione Divina|Punizione Divina]]
 +
}}
 +
Re di [[Salmidesso]], nella [[Tracia]], venne privato dagli dèi della vista per avere, a sua volta, accecato i figli in seguito a una falsa accusa rivolta loro dalla matrigna [[Idotea (3)|Idotea]]. Divenne un famoso indovino. Fu perseguitato dalle [[Arpie]] che a ogni pasto gli strappavano il cibo di bocca e insozzavano la tavola con i loro escrementi. Era [[Zeus]] a inviarle, perché Fineo aveva osato svelare ai mortali il sacro pensiero del signore dell'[[Olimpo]]. A liberarlo dai mostri furono gli [[Argonauti]].
Re di [[Salmidesso]], nella [[Tracia]], venne privato dagli dèi della vista per avere, a sua volta, accecato i figli in seguito a una falsa accusa rivolta loro dalla matrigna [[Idotea (3)|Idotea]]. Divenne un famoso indovino. Fu perseguitato dalle [[Arpie]] che a ogni pasto gli strappavano il cibo di bocca e insozzavano la tavola con i loro escrementi. Era [[Zeus]] a inviarle, perché Fineo aveva osato svelare ai mortali il sacro pensiero del signore dell'[[Olimpo]]. A liberarlo dai mostri furono gli [[Argonauti]].
Riga 16: Riga 41:
[[Categoria:Profeti]]
[[Categoria:Profeti]]
[[Categoria:Sesso: Maschio]]
[[Categoria:Sesso: Maschio]]
-
[[Categoria:Indole: Neutrale]]
+
[[Categoria:Indole: Malevola]]
[[Categoria:Aspetto: Antropomorfo]]
[[Categoria:Aspetto: Antropomorfo]]
[[Categoria:Punizione Divina]]
[[Categoria:Punizione Divina]]
[[Categoria:Accecamento]]
[[Categoria:Accecamento]]
 +
[[Categoria:Presagio]]

Versione corrente

SCHEDA
IDENTITA'
Nome originale: -
Altri nomi: -
Etimologia: -
Sesso: Maschio
LOCALIZZAZIONE
Sezione: Mitologia Classica
Continente: Europa
Area: Mediterraneo
Paese: Grecia
Popolo/Regione: Greci
CLASSIFICAZIONE
Tipologia: Umani
Sottotipologia: Nobili
Specificità: Sovrani
ATTRIBUTI
Aspetto: Antropomorfo
Animali: -
Piante: -
Altri attributi: -
CARATTERI
Indole: Benevola
Elemento: -
Habitat: -
Tematiche: Accecamento, Presagio, Punizione Divina

Re di Salmidesso, nella Tracia, venne privato dagli dèi della vista per avere, a sua volta, accecato i figli in seguito a una falsa accusa rivolta loro dalla matrigna Idotea. Divenne un famoso indovino. Fu perseguitato dalle Arpie che a ogni pasto gli strappavano il cibo di bocca e insozzavano la tavola con i loro escrementi. Era Zeus a inviarle, perché Fineo aveva osato svelare ai mortali il sacro pensiero del signore dell'Olimpo. A liberarlo dai mostri furono gli Argonauti.

[modifica] Riferimenti artistici

  • Sebastiano Ricci, Fineo e i Boreadi, dipinto.