Fenrir

(Differenze fra le revisioni)



				

				
			
 +
{{Voce
 +
|anagrafica= SCHEDA ANAGRAFICA
 +
|nome originale=-
 +
|altri nomi=-
 +
|immagine=[[Immagine:Noimage.jpg|250px]]
 +
|etimo=-
 +
|sesso=Maschio
 +
|sezione=Mitologia Germanica
 +
|continente=Europa
 +
|area=Nordeuropa
 +
|paese=Scandinavia
 +
|origine=Norreni
 +
|tipologia=Creature Fantastiche
 +
|sottotipologia=Esseri Intermediari
 +
|specificità=Demoni
 +
|sub=-
 +
|indole=Malevola
 +
|aspetto=Animale
 +
|animali=-
 +
|piante=-
 +
|attributi=-
 +
|elemento=Terra
 +
|habitat=Inferi
 +
|ambiti=-
 +
}}
 +
''"Lupo di palude"''. Demone in forma di lupo gigante, figlio del dio [[Loki]] a della gigantessa [[Angrbodhra]], fratello di [[Jormungandhr]] e della dea degli inferi [[Hel]].  
''"Lupo di palude"''. Demone in forma di lupo gigante, figlio del dio [[Loki]] a della gigantessa [[Angrbodhra]], fratello di [[Jormungandhr]] e della dea degli inferi [[Hel]].  
-
Ritenendo che dai figli di una tale coppia non potesse venire che male, gli dèi si sbarazzarono di [[Hel]] e di [[Jormungandhr]], ma tennero presso di sé il cucciolo Fenrir, al quale però solo [[Tyr]] era in grado di avvicinarsi. Quando il lupo diventò tanto grande da essere pericoloso, gli dèi tentarono, senza successo, di tenerlo legato prima con la catena adamantina [[Loedhringr]], poi con una ancora più resistente detta [[Dromi]]. Come ultima risorse inviarono [[Skirmr]] dai [[nani]], che fabbricarono [[Gleipnir]], un laccio robustissimo ma soffice e leggero come seta, e sfidarono Fenrir a spezzarlo. Temendo l'inganno, il lupo pretese che durante la prova uno di loro tenesse una mano tra le sue fauci e [[Tyr]] accettò di prestarsi. Naturalmente perse la mano perché Fenrir non riuscì a liberarsi; venne così incatenato strettamente  e precipitato nella profondità della terra dove rimarrà fino al [[Ragnarok]] quando ucciderà [[Odino]]. Al termine dei tempi, infatti, Fenrir si libererà, divorando [[Odino]] ed [[Sol]], ma verrà infine ucciso da [[Vidharr]], figlio di [[Odino]].
+
<br>Ritenendo che dai figli di una tale coppia non potesse venire che male, gli dèi si sbarazzarono di [[Hel]] e di [[Jormungandhr]], ma tennero presso di sé il cucciolo Fenrir, al quale però solo [[Tyr]] era in grado di avvicinarsi. Quando il lupo diventò tanto grande da essere pericoloso, gli dèi tentarono, senza successo, di tenerlo legato prima con la catena adamantina [[Loedhringr]], poi con una ancora più resistente detta [[Dromi]]. Come ultima risorse inviarono [[Skirmr]] dai [[nani]], che fabbricarono [[Gleipnir]], un laccio robustissimo ma soffice e leggero come seta, e sfidarono Fenrir a spezzarlo. Temendo l'inganno, il lupo pretese che durante la prova uno di loro tenesse una mano tra le sue fauci e [[Tyr]] accettò di prestarsi. Naturalmente perse la mano perché Fenrir non riuscì a liberarsi; venne così incatenato strettamente  e precipitato nella profondità della terra dove rimarrà fino al [[Ragnarok]] quando ucciderà [[Odino]]. Al termine dei tempi, infatti, Fenrir si libererà, divorando [[Odino]] ed [[Sol]], ma verrà infine ucciso da [[Vidharr]], figlio di [[Odino]].
[[Categoria:Mitologia Germanica]]
[[Categoria:Mitologia Germanica]]
[[Categoria:Islanda]]
[[Categoria:Islanda]]
[[Categoria:Creature Fantastiche]]
[[Categoria:Creature Fantastiche]]
 +
[[Categoria:Animali]]
 +
[[Categoria:Canidi]]
[[Categoria:Esseri Intermediari]]
[[Categoria:Esseri Intermediari]]
[[Categoria:Demoni]]
[[Categoria:Demoni]]
[[Categoria:Indole: Malevola]]
[[Categoria:Indole: Malevola]]
[[Categoria:Aspetto: Animale]]
[[Categoria:Aspetto: Animale]]
-
[[Categoria:Elemento: Non specificato]]
+
[[Categoria:Elemento: Terra]]
-
[[Categoria:Habitat: Sottosuolo]]
+
[[Categoria:Habitat: Inferi]]

Versione del 14:12, 31 mar 2020