Erbeso

(Differenze fra le revisioni)



				

				
			
m (Sostituzione testo - 'Eneide, Libro IX' con 'Biblioteca:Eneide, Libro X')
Giovane guerriero [[rutulo]] dell'esercito di [[Turno]] nella guerra contro [[Enea]], uno dei 1.400 scelti per l'assedio della cittadella nemica. Fu ucciso nel sonno da [[Eurialo]].
Giovane guerriero [[rutulo]] dell'esercito di [[Turno]] nella guerra contro [[Enea]], uno dei 1.400 scelti per l'assedio della cittadella nemica. Fu ucciso nel sonno da [[Eurialo]].
 +
 +
== Interpretazione ==
 +
Da un'analisa accurata del nono libro dell'Eneide, sembrerebbe che Erbeso non muoia all'istante. Nel passo che descrive il ritrovamento dei Rutuli uccisi nel sonno da Eurialo e Niso, si dice che alcuni di essi sono ancora vivi, benché ormai agonizzanti: i soldati in questione sono con ogni probabilità tre delle vittime di Eurialo, ovvero Abari, Erbeso, Fado, che il giovane troiano aveva assalito in maniera piuttosto goffa (il verbo è un generico ''subit''); non la quarta, Reto, la cui anima Virgilio aveva già detto uscita dal corpo, né tantomeno i guerrieri sorpresi da Niso, tutti sgozzati o decapitati
== Bibliografia ==
== Bibliografia ==

Versione del 09:34, 25 gen 2013