Differenze tra le versioni di "Dazhbog"

m (Sostituzione testo - "==Etimologia==" con "==ETIMOLOGIA==")
 
Riga 20: Riga 20:
 
|piante=-
 
|piante=-
 
|attributi=-
 
|attributi=-
|elemento=Terra, Fuoco
+
|elemento=Fuoco
 
|habitat=Cielo
 
|habitat=Cielo
 
|ambiti=Agricoltura, Sole, Fertilità, Stagioni, Giorno
 
|ambiti=Agricoltura, Sole, Fertilità, Stagioni, Giorno

Versione attuale delle 20:53, 8 lug 2020

SCHEDA
Noimage.jpg
IDENTITA'
Nome originale: Даж(д)ьбог
Altri nomi: Dazhdbog, Dadzbog (Polacchi), Dajbog, Dojbog (Serbi), Dambog, Dabog, Daba, Dazibogu
Etimologia: -
Sesso: Maschio
LOCALIZZAZIONE
Sezione: Mitologia Slava
Continente: Europa
Area: Europa dell'Est
Paese: Russia
Popolo/Regione: Slavi orientali
CLASSIFICAZIONE
Tipologia: Divinità
Sottotipologia: Divinità delle Attività
Specificità: Divinità dell'Agricoltura
Subspecifica: -
ATTRIBUTI
Aspetto: Antropomorfo
Animali: -
Piante: -
Altri attributi: -
CARATTERI
Indole: Benevola
Elemento: Fuoco
Habitat: Cielo
Tematiche: Agricoltura, Sole, Fertilità, Stagioni, Giorno

Dio del Sole e del Giorno, che dà la ricchezza, rende fertili i campi e matura le messi. Sposo della luna, possiede le chiavi della terra; la apre in primavera e la chiude in inverno, quindi è anche una divinità della terra simile a Demetra.
Durante il suo tragitto attraverso il cielo si trasforma da giovane uomo ad adulto.
E' figlio di Svarog, ha come sorelle le due Zorya e un fratello, Jutrobog, dio della Luna.

ETIMOLOGIA[modifica]

Il suo nome, secondo Mathieu-Colas, significherebbe "colui che dà benessere".