Climeno (3)

Versione del 15:03, 5 ago 2019, autore: Ilcrepuscolo (discussione | contributi)




				

				

Originario dell'Arcadia, figlio di Scheneo oppure di Teleo, re dell'Arcadia, divenne poi egli stesso re. Si innamorò della propria figlia Arpalice, e riuscì, con l'aiuto della nutrice, ad unirsi a lei. Poi, la dette in sposa ad Alastore; ma, preso dal rimorso, la sottrasse al marito e la tenne con sé. La giovane, per vendicarsi di questa violenza, uccise i giovani fratelli (o secondo altri il figlio avuto dal padre), li presentò a Climeno e glieli fece mangiare. Accortosi dello strano cibo servito dalla figlia, Climeno l'uccise. Poi si suicidò; secondo una variante fu invece trasformato dagli dei in uccello, al pari della figlia.