Ch'i yu (1)



				

				

Divinità dal corpo umano e la testa di toro. Le sue ossa erano di metallo, la testa di rame, la fronte di ferro e si nutriva di minerali. Gli è attribuita l'invenzione delle armi e della forgia. Fu vinto dal mitico imperatore Huang Ti in una specie di torneo. È patrono dei fabbri e protettore dell'alchimia; inoltre, è anche lo spirito del pianeta Marte (Yin-Hwo) che, come presso i greci, era il pianeta che soprintendeva alle cose della guerra. Secondo alcune fonti, il suo aspetto mostruoso era accentuato dal fatto di avere solo otto dita alle mani ed ai piedi; i suoi denti inoltre, lunghi più di cinque centimetri, erano infrangibili. Per di più possedeva quattro'occhi e sei mani.