Ch'eng-huang

(Differenze fra le revisioni)



				

				
			
(Una revisione intermedia non mostrata.)
Riga 1: Riga 1:
Divinità protettive cinesi. Difendono contro disastri e catastrofi e proteggono gli abitanti delle città loro affidate, i quali possono anche supplicarli. Nei periodi di siccità fanno piovere, garantiscono un raccolto abbondante e assicurano la ricchezza degli abitanti. I Cheng-huang, inoltre, guidano in paradiso le anime dei defunti. Se un sacerdote taoista desidera tener lontano dall’inferno l’anima di un morto deve prima informare le divinità della città sottoponendo loro un documento. La tradizione dei Cheng-huang risale ai tempi antichi ed è stata adottata dal Taoismo, che ha elevato questi protettori delle città al rango delle sue divinità più importanti.
Divinità protettive cinesi. Difendono contro disastri e catastrofi e proteggono gli abitanti delle città loro affidate, i quali possono anche supplicarli. Nei periodi di siccità fanno piovere, garantiscono un raccolto abbondante e assicurano la ricchezza degli abitanti. I Cheng-huang, inoltre, guidano in paradiso le anime dei defunti. Se un sacerdote taoista desidera tener lontano dall’inferno l’anima di un morto deve prima informare le divinità della città sottoponendo loro un documento. La tradizione dei Cheng-huang risale ai tempi antichi ed è stata adottata dal Taoismo, che ha elevato questi protettori delle città al rango delle sue divinità più importanti.
 +
[[Categoria:Mitologia Orientale]]
[[Categoria:Mitologia Cinese]]
[[Categoria:Mitologia Cinese]]
[[Categoria:Asia]]
[[Categoria:Asia]]
[[Categoria:Estremo Oriente]]
[[Categoria:Estremo Oriente]]
[[Categoria:Cina]]
[[Categoria:Cina]]
-
[[Categoria:Divinità Protettrici]]
+
[[Categoria:Protezione]]
[[Categoria: Divinità]]
[[Categoria: Divinità]]
[[Categoria:Sesso: Maschio]]
[[Categoria:Sesso: Maschio]]

Versione del 20:31, 12 dic 2018

Divinità protettive cinesi. Difendono contro disastri e catastrofi e proteggono gli abitanti delle città loro affidate, i quali possono anche supplicarli. Nei periodi di siccità fanno piovere, garantiscono un raccolto abbondante e assicurano la ricchezza degli abitanti. I Cheng-huang, inoltre, guidano in paradiso le anime dei defunti. Se un sacerdote taoista desidera tener lontano dall’inferno l’anima di un morto deve prima informare le divinità della città sottoponendo loro un documento. La tradizione dei Cheng-huang risale ai tempi antichi ed è stata adottata dal Taoismo, che ha elevato questi protettori delle città al rango delle sue divinità più importanti.