Caronte



				

				
Jose Benlliure y Gil, La barca di Caronte, 1912
Jose Benlliure y Gil, La barca di Caronte, 1912

Figlio dell'Erebo e di Nyx; era il canuto nocchiero che trasportava i morti al di là del fiume Acheronte. Portava solo i morti che avevano ricevuto i rituali funebri o che avevano con sé un obolo (una moneta), per pagare il viaggio. Nella Grecia antica, vigeva la tradizione di mettere una moneta sotto la lingua del cadavere prima della sepoltura. La tradizione rimase viva in Grecia fino ad epoche abbastanza recenti ed è probabilmente molto antica. Qualche autore sostiene che il prezzo era di due monete, sistemate sopra gli occhi del defunto. Nessuna anima viva è mai stata trasportata dall'altra parte, con le sole eccezioni della dea Persefone, degli eroi Piritoo e Teseo, del vate Orfeo, di Enea con la sibilla cumana Deifobe, e di Psiche.

Indice

[modifica] Etimologia

In greco significa "ferocia illuminata".

[modifica] Riferimenti letterari

[modifica] La figura di Caronte nella letteratura postclassica

  • Dante, Commedia. Caronte ancora una volta solca con la sua barca l'Acheronte, portando i dannati nell'Inferno vero e proprio. Fisicamente non è molto diverso da come viene presentato nelle fonti classiche.

 Ed ecco verso noi venir per nave
un vecchio, bianco per antico pelo,
gridando: "Guai a voi, anime prave!
Non isperate mai veder lo cielo:
i’ vegno per menarvi a l’altra riva
ne le tenebre etterne, in caldo e ’n gelo.
E tu che se’ costì, anima viva,
pàrtiti da cotesti che son morti".
Ma poi che vide ch’io non mi partiva,
disse: "Per altra via, per altri porti
verrai a piaggia, non qui, per passare:
più lieve legno convien che ti porti
E ’l duca lui: "Caron, non ti crucciare
vuolsi così colà dove si puote
ciò che si vuole, e più non dimandare"

[modifica] Personaggi simili

[modifica] Riferimenti musicali

  • Trip, Caronte, album (1971).

[modifica] Bibliografia

[modifica] Fonti antiche

Per visualizzare le fonti antiche su Caronte vai a FontiAntiche:Caronte

[modifica] Fonti moderne

Per visualizzare le fonti moderne su Caronte vai a FontiModerne:Caronte

[modifica] Museo