Differenze tra le versioni di "Carmenta"

m (Sostituzione testo - '|specificità=Divinità della Nascita' con '|specificità=Divinità della Nascita |sub=-')
m (Sostituzione testo - "==Epiteti==" con "==EPITETI==")
 
Riga 28: Riga 28:
 
Secondo la tradizione in origine era una donna mortale; sarebbe venuta col figlio [[Evandro]] nel Lazio dall'[[Arcadia]]. Era invocata per proteggere i bambini dalle [[Striges]], uccelli notturni che si credeva succhiassero il sangue dei bimbi in culla, e delle partorienti nelle doglie.  
 
Secondo la tradizione in origine era una donna mortale; sarebbe venuta col figlio [[Evandro]] nel Lazio dall'[[Arcadia]]. Era invocata per proteggere i bambini dalle [[Striges]], uccelli notturni che si credeva succhiassero il sangue dei bimbi in culla, e delle partorienti nelle doglie.  
  
==Epiteti==
+
==EPITETI==
 
*[[Antevorta]]
 
*[[Antevorta]]
 
*[[Postvorta]]
 
*[[Postvorta]]

Versione attuale delle 19:34, 2 lug 2020

SCHEDA
Noimage.jpg
IDENTITA'
Nome originale: -
Altri nomi: -
Etimologia: -
Sesso: Femmina
LOCALIZZAZIONE
Sezione: Mitologia Classica
Continente: Europa
Area: Mediterraneo
Paese: Italia
Popolo/Regione: Romani
CLASSIFICAZIONE
Tipologia: Divinità
Sottotipologia: Divinità Tutelari
Specificità: Divinità della Nascita
Subspecifica: -
ATTRIBUTI
Aspetto: Antropomorfo
Animali: -
Piante: -
Altri attributi: -
CARATTERI
Indole: Benevola
Elemento: Terra
Habitat: Cielo
Tematiche: Nascita

Carmenta è la dea romana del parto e della profezia, una delle Camene. Il suo tempio (in cui era proibito vestirsi con abiti di pelle) si trovava a Roma, vicino alla Porta Carmentalis. Secondo la tradizione in origine era una donna mortale; sarebbe venuta col figlio Evandro nel Lazio dall'Arcadia. Era invocata per proteggere i bambini dalle Striges, uccelli notturni che si credeva succhiassero il sangue dei bimbi in culla, e delle partorienti nelle doglie.

EPITETI[modifica]

Feste[modifica]

La sua festa, i Carmentalia, aveva luogo l’11 e il 15 gennaio, ed era celebrata principalmente da donne.