Differenze tra le versioni di "Cao Guo-jiu"

 
(2 versioni intermedie di uno stesso utente non sono mostrate)
Riga 1: Riga 1:
Uno dei [[Ba Xian]], gli otto immortali della mitologia cinese. Era cognato di un imperatore della dinastia Song. Cao Guo-jiu viveva dal canto suo una vita esemplare, ma il fratello minore divenne un assassino. Per la vergogna Cao si ritirò sulle montagne, dove visse a lungo come eremita. [[Lu Dong-bin]], un altro immortale, insegnò a Cao come conseguire la perfezione, ed egli, nell’arco di pochi giorni, divenne un immortale. Cao Guo-jiu è il protettore degli attori. Viene spesso raffigurato con un paio di nacchere.
+
{{Voce
 +
|anagrafica= SCHEDA ANAGRAFICA
 +
|nome originale=-
 +
|altri nomi=-
 +
|immagine=[[Immagine:Noimage.jpg|250px]]
 +
|etimo=-
 +
|sesso=Maschio
 +
|sezione=Mitologia Orientale
 +
|continente=Asia
 +
|area=Estremo Oriente
 +
|paese=Cina
 +
|origine=Cinesi
 +
|tipologia=Divinità
 +
|sottotipologia=Divinità delle Arti
 +
|specificità=Divinità del Teatro
 +
|indole=Benevola
 +
|aspetto=Antropomorfo
 +
|animali=-
 +
|piante=-
 +
|attributi=-
 +
|elemento=Terra
 +
|habitat=Cielo
 +
|ambiti=[[Elenchi:Teatro|Teatro]]
 +
}}
  
 +
Uno dei [[Ba Xian]]. Cao è il patrono degli attori e di tutti coloro che esercitano la professione teatrale. Ha in mano delle nacchere e in testa il cappello tipico della popolazione mandarina. Prima di ritirarsi tra i monti, sembra che sia stato ministro della dinastia Song (XI secolo) talvolta è anche rappresentato con in mano la sua tavoletta di ammissione alla Corte.
 +
<br>Cao Guo-jiu viveva dal canto suo una vita esemplare, ma il fratello minore divenne un assassino. Per la vergogna Cao si ritirò sulle montagne, dove visse a lungo come eremita. [[Lu Dong-bin]], un altro immortale, insegnò a Cao come conseguire la perfezione, ed egli, nell’arco di pochi giorni, divenne un immortale.
 +
Fu scelto e reso immortale dagli altri sette che occupavano sette delle otto grotte della Sfere Superiori, ed erano alla ricerca di un ottavo compagno meritevole. I primi due Immortali che incontrò gli proposero ben presto di accoglierlo nella loro cerchía e gli comunicarono la ricetta dell'immortalità.
 +
 +
[[Categoria:Mitologia Orientale]]
 
[[Categoria:Mitologia Cinese]]
 
[[Categoria:Mitologia Cinese]]
 
[[Categoria:Asia]]
 
[[Categoria:Asia]]
 
[[Categoria:Estremo Oriente]]
 
[[Categoria:Estremo Oriente]]
 
[[Categoria:Cina]]
 
[[Categoria:Cina]]
[[Categoria:Divinità Maschili]]
+
[[Categoria:Divinità]]
[[Categoria:Divinità Protettrici]]
 
[[Categoria: Divinità]]
 
 
[[Categoria:Sesso: Maschio]]
 
[[Categoria:Sesso: Maschio]]
 +
[[Categoria:Aspetto: Antropomorfo]]
 
[[Categoria:Indole: Benevola]]
 
[[Categoria:Indole: Benevola]]
[[Categoria:Aspetto: Antropomorfo]]
+
[[Categoria:Elemento: Terra]]
[[Categoria:Elemento: Non specificato]]
+
[[Categoria:Habitat: Cielo]]
[[Categoria:Habitat: Non specificato]]
+
[[Categoria:Arte]]
 +
[[Categoria:Teatro]]

Versione attuale delle 15:15, 5 gen 2020

SCHEDA
Noimage.jpg
IDENTITA'
Nome originale: -
Altri nomi: -
Etimologia: -
Sesso: Maschio
LOCALIZZAZIONE
Sezione: Mitologia Orientale
Continente: Asia
Area: Estremo Oriente
Paese: Cina
Popolo/Regione: Cinesi
CLASSIFICAZIONE
Tipologia: Divinità
Sottotipologia: Divinità delle Arti
Specificità: Divinità del Teatro
Subspecifica: [[:Elenchi:{{{sub}}}|{{{sub}}}]]
ATTRIBUTI
Aspetto: Antropomorfo
Animali: -
Piante: -
Altri attributi: -
CARATTERI
Indole: Benevola
Elemento: Terra
Habitat: Cielo
Tematiche: Teatro

Uno dei Ba Xian. Cao è il patrono degli attori e di tutti coloro che esercitano la professione teatrale. Ha in mano delle nacchere e in testa il cappello tipico della popolazione mandarina. Prima di ritirarsi tra i monti, sembra che sia stato ministro della dinastia Song (XI secolo) talvolta è anche rappresentato con in mano la sua tavoletta di ammissione alla Corte.
Cao Guo-jiu viveva dal canto suo una vita esemplare, ma il fratello minore divenne un assassino. Per la vergogna Cao si ritirò sulle montagne, dove visse a lungo come eremita. Lu Dong-bin, un altro immortale, insegnò a Cao come conseguire la perfezione, ed egli, nell’arco di pochi giorni, divenne un immortale. Fu scelto e reso immortale dagli altri sette che occupavano sette delle otto grotte della Sfere Superiori, ed erano alla ricerca di un ottavo compagno meritevole. I primi due Immortali che incontrò gli proposero ben presto di accoglierlo nella loro cerchía e gli comunicarono la ricetta dell'immortalità.