Canace



				

				
SCHEDA
IDENTITA'
Nome originale: -
Altri nomi: -
Etimologia: -
Sesso: Femmina
LOCALIZZAZIONE
Sezione: Mitologia Classica
Continente: Europa
Area: Mediterraneo
Paese: Grecia
Popolo/Regione: Greci
CLASSIFICAZIONE
Tipologia: Umani
Sottotipologia: Nobili
Specificità: Principi
ATTRIBUTI
Aspetto: Antropomorfo
Animali: -
Piante: -
Altri attributi: -
CARATTERI
Indole: Malevola
Elemento: -
Habitat: -
Tematiche: Incesto, Suicidio

Una delle figlie di Eolo e di Enarete. Ovidio, riprendendo Euripide, racconta che ella aveva avuto un figlio dal fratello Macareo; la nutrice si apprestava a portare fuori dal palazzo il bambino per esporlo dopo averlo nascosto sotto oggetti sacri, fingendo di andare a celebrare un sacrificio, quando il neonato emise un grido, rivelando così la sua presenza ad Eolo. Questi gettò in pasto ai cani la creaturina e inviò una spada alla figlia, ordinandole di suicidarsi. Canace aveva generato con Poseidone parecchi figli, tra cui Opleo, Nireo, Epopeo, Aloeo e Triope.

Indice

[modifica] Bibliografia

[modifica] Fonti Antiche

[modifica] Riferimenti letterari

[modifica] La figura di Canace nella letteratura postclassica

  • Sperone Speroni, Canace, tragedia.