Cafauro



				

				

Pastore della Libia, figlio di Garamante e di una ninfa, era attaccatissimo al suo gregge fino al fanatismo. Lo sbarco degli Argonauti in quella regione fu all'origine della sua morte. Giasone e i suoi compagni erano stati dirottati lì da una tempesta: uno di essi, Canto, che era sceso dalla nave in cerca di cibo, trovò una delle pecore di Cafauro e la uccise. Il pastore vide la scena da lontano e ammazzò Canto senza neppure chiedergli spiegazioni. Proprio in quel momento arrivarono gli altri Argonauti, che vendicarono il loro compagno.