Bute (3)



				

				

Figlio di Borea: per aver tentato di uccidere il fratellastro Licurgo - i due erano figli della stessa madre, la sposa del re Driante - fu scacciato dalla Tracia e si rifugiò nell'isola di Stromboli, dove visse da ladro. Durante una scorreria in Tessaglia stuprò e rapì Coronide, una delle Menadi di Dioniso, costringendola a sposarlo. Coronide ottenne da Dioniso che Bute impazzisse e si gettasse in un pozzo.