Buddha

(Differenze fra le revisioni)



				

				
			
m (Sostituzione testo - 'Categoria:Principi' con 'Categoria:Nobili Categoria:Principi')
Versione corrente (15:06, 9 apr 2020) (modifica) (annulla)
 
 +
{{Voce
 +
|anagrafica= SCHEDA ANAGRAFICA
 +
|nome originale=-
 +
|altri nomi=-
 +
|immagine=[[Immagine:Noimage.jpg|250px]]
 +
|etimo=-
 +
|sesso=Maschio
 +
|sezione=Mitologia Indo-Iranica
 +
|continente=Asia
 +
|area=Estremo Oriente
 +
|paese=India
 +
|origine=Buddhisti
 +
|tipologia=Divinità
 +
|sottotipologia=-
 +
|specificità=-
 +
|sub=-
 +
|indole=Benevola
 +
|aspetto=Antropomorfo
 +
|animali=-
 +
|piante=-
 +
|attributi=-
 +
|elemento=Terra
 +
|habitat=Cielo
 +
|ambiti=-
 +
}}
 +
Principe indiano, fondatore del buddhismo. Il Buddha, che significa "il Risvegliato" o "l'Illuminato", nacque (secondo la tradizione più attendibile) intorno al 565 a.c., nei pressi di Kapilavastu, ai confini meridionali dell'odierno Nepal. Si chiamava Siddharta Gautama e apparteneva alla nobile famiglia dei Shakya (donde il nome di [[Shakyamuni]], o saggio dei Shakya) di casta kshatriya; il padre si chiamava [[Shuddhodana]] e la madre [[Maya]]. Raggiunta l'età adulta, il giovane ricevette come sposa [[Yashodhara]], dalla quale ebbe un figlio, [[Rahula]]. Una meditazione profonda sui lati negativi della vita, sulla vecchiaia, la malattia e la morte, lo indusse, all'età di circa trent'anni, a lasciare la vita mondana per cercare la via della salvezza come monaco itinerante. Dopo anni di vana ricerca (né le istruzioni di altri maestri, né l'ascesi più dura, praticata fino all'esaurimento delle proprie forze, lo appagarono), mentre si trovava ai piedi di un albero (un ficus religiosa, detto poi albero della Bodhi o «illuminazione») nei pressi dell'odierna Bodh Gaya, raggiunse la conoscenza salvifica, l'illuminazione che fece di lui un «buddha». Egli decise allora di rendere anche gli altri partecipi della sapienza che aveva ottenuto e percorse, negli anni che seguirono, la pianura mediorientale del [[Gange]], come monaco mendicante, onde annunciare la verità salvifica mediante conversazioni e prediche. Il Buddha morì, all'età di circa ottant'anni (verso il 486 a.C.), a Kushinagara, lasciando una numerosa e viva comunità di monaci, monache e laici.  
Principe indiano, fondatore del buddhismo. Il Buddha, che significa "il Risvegliato" o "l'Illuminato", nacque (secondo la tradizione più attendibile) intorno al 565 a.c., nei pressi di Kapilavastu, ai confini meridionali dell'odierno Nepal. Si chiamava Siddharta Gautama e apparteneva alla nobile famiglia dei Shakya (donde il nome di [[Shakyamuni]], o saggio dei Shakya) di casta kshatriya; il padre si chiamava [[Shuddhodana]] e la madre [[Maya]]. Raggiunta l'età adulta, il giovane ricevette come sposa [[Yashodhara]], dalla quale ebbe un figlio, [[Rahula]]. Una meditazione profonda sui lati negativi della vita, sulla vecchiaia, la malattia e la morte, lo indusse, all'età di circa trent'anni, a lasciare la vita mondana per cercare la via della salvezza come monaco itinerante. Dopo anni di vana ricerca (né le istruzioni di altri maestri, né l'ascesi più dura, praticata fino all'esaurimento delle proprie forze, lo appagarono), mentre si trovava ai piedi di un albero (un ficus religiosa, detto poi albero della Bodhi o «illuminazione») nei pressi dell'odierna Bodh Gaya, raggiunse la conoscenza salvifica, l'illuminazione che fece di lui un «buddha». Egli decise allora di rendere anche gli altri partecipi della sapienza che aveva ottenuto e percorse, negli anni che seguirono, la pianura mediorientale del [[Gange]], come monaco mendicante, onde annunciare la verità salvifica mediante conversazioni e prediche. Il Buddha morì, all'età di circa ottant'anni (verso il 486 a.C.), a Kushinagara, lasciando una numerosa e viva comunità di monaci, monache e laici.  
I testi canonici più antichi mostrano il Buddha nella sua qualità di uomo. Ciò che lo distingueva dagli altri era la conoscenza salvifica (che egli aveva ottenuto con le proprie forze) e la facoltà di annunciare agli altri il suo messaggio. Di contro alla posizione preferenziale accordata alla sua dottrina, la persona del Buddha, e in special modo il suo corpo peri turo e pieno di impurità, era senza importanza. Questa dovette essere la ragione per cui nell'arte buddhista antica la presenza del Buddha veniva rappresentata simbolicamente, per esempio mediante l'albero della illuminazione; col che si esprimeva ciò che era essenziale e specifico della sua personalità. Ma tale raffigurazione sobria e rispondente alla concezione che il Buddha stesso aveva di sé non ebbe lunga durata. Ben presto, dopo la morte del [[Shakyamuni]], in luogo dell'originaria assenza di culto, si ebbe, soprattutto per opera dei laici, la venerazione delle sue reliquie, conservate nei cosiddetti ''stupa''. E tale tendenza  
I testi canonici più antichi mostrano il Buddha nella sua qualità di uomo. Ciò che lo distingueva dagli altri era la conoscenza salvifica (che egli aveva ottenuto con le proprie forze) e la facoltà di annunciare agli altri il suo messaggio. Di contro alla posizione preferenziale accordata alla sua dottrina, la persona del Buddha, e in special modo il suo corpo peri turo e pieno di impurità, era senza importanza. Questa dovette essere la ragione per cui nell'arte buddhista antica la presenza del Buddha veniva rappresentata simbolicamente, per esempio mediante l'albero della illuminazione; col che si esprimeva ciò che era essenziale e specifico della sua personalità. Ma tale raffigurazione sobria e rispondente alla concezione che il Buddha stesso aveva di sé non ebbe lunga durata. Ben presto, dopo la morte del [[Shakyamuni]], in luogo dell'originaria assenza di culto, si ebbe, soprattutto per opera dei laici, la venerazione delle sue reliquie, conservate nei cosiddetti ''stupa''. E tale tendenza  
[[Categoria:Asia]]
[[Categoria:Asia]]
[[Categoria:Estremo Oriente]]
[[Categoria:Estremo Oriente]]
 +
[[Categoria:India]]
[[Categoria:Nobili]]
[[Categoria:Nobili]]
[[Categoria:Principi]]
[[Categoria:Principi]]
[[Categoria:Aspetto: Antropomorfo]]
[[Categoria:Aspetto: Antropomorfo]]
[[Categoria:Indole: Benevola]]
[[Categoria:Indole: Benevola]]
-
[[Categoria:Elemento: Non specificato]]
+
[[Categoria:Elemento: Terra]]
[[Categoria:Habitat: Cielo]]
[[Categoria:Habitat: Cielo]]

Versione corrente