Modifica di Biblioteca:Euripide, Reso

Attenzione: non hai effettuato l'accesso. Se effettuerai delle modifiche il tuo indirizzo IP sarà visibile pubblicamente. Se accedi o crei un'utenza, le tue modifiche saranno attribuite al tuo nome utente, insieme ad altri benefici.

Questa modifica può essere annullata. Controlla le differenze mostrate sotto fra le due versioni per essere certo che il contenuto corrisponda a quanto desiderato, e quindi salvare le modifiche per completare la procedura di annullamento.
Versione attuale Il tuo testo
Riga 6: Riga 6:
 
[[Enea]]
 
[[Enea]]
 
[[Dolone]]
 
[[Dolone]]
[[Ulisse]]
+
Ulisse
 
Diomede
 
Diomede
 
[[Atena]]
 
[[Atena]]
Riga 338: Riga 338:
 
   manca sol che t'assista la Fortuna.
 
   manca sol che t'assista la Fortuna.
 
[[Dolone]]:
 
[[Dolone]]:
   Tornerò salvo, [[Ulisse]] ucciderò -
+
   Tornerò salvo, Ulisse ucciderò -
 
   e il capo suo ti porterò, ché chiara
 
   e il capo suo ti porterò, ché chiara
 
   prova tu abbia che alle navi achive
 
   prova tu abbia che alle navi achive
Riga 382: Riga 382:
 
   orma il terreno? Uccidere
 
   orma il terreno? Uccidere
 
   [[Menelao]]? D'[[Agamennone]]
 
   [[Menelao]]? D'[[Agamennone]]
   recare il capo ad [[Elena]], che un ululo
+
   recare il capo ad Elena, che un ululo
 
   levi sul reo cognato, che l'esercito
 
   levi sul reo cognato, che l'esercito
 
   spinse di mille navi allo sterminio
 
   spinse di mille navi allo sterminio
Riga 702: Riga 702:
 
   Punto da meno Aiace non mi sembra,
 
   Punto da meno Aiace non mi sembra,
 
   né il figlio di [[Tideo]]. Poi, lo scaltrissimo
 
   né il figlio di [[Tideo]]. Poi, lo scaltrissimo
   [[Ulisse]] v'è, maestro di furbizie,
+
   Ulisse v'è, maestro di furbizie,
 
   e cuore audace quanto basta. Mali
 
   e cuore audace quanto basta. Mali
 
   a questa terra egli recò gravissimi;
 
   a questa terra egli recò gravissimi;
Riga 787: Riga 787:
 
   i Lici alla quinta vigilia.
 
   i Lici alla quinta vigilia.
 
(Si effettua il cambio delle scolte. Tutto torna nel silenzio)
 
(Si effettua il cambio delle scolte. Tutto torna nel silenzio)
(Entrano cauti [[Ulisse]] e Diomede)
+
(Entrano cauti Ulisse e Diomede)
 
ULISSE:
 
ULISSE:
 
   Diomede, non odi? O un rumor vano
 
   Diomede, non odi? O un rumor vano
Riga 803: Riga 803:
 
Diomede:
 
Diomede:
 
   La so, [[Dolone]] me l'apprese: [[Febo]].
 
   La so, [[Dolone]] me l'apprese: [[Febo]].
([[Ulisse]] entra un momento nella tenda d'[[Ettore]], e súbito esce)
+
(Ulisse entra un momento nella tenda d'[[Ettore]], e súbito esce)
 
ULISSE:
 
ULISSE:
 
   Ahimè, ché vuoti
 
   Ahimè, ché vuoti
Riga 817: Riga 817:
 
   Audace, or, poiché vinse, [[Ettore]] è audace.
 
   Audace, or, poiché vinse, [[Ettore]] è audace.
 
Diomede:
 
Diomede:
   E allora, [[Ulisse]], che faremo? L'uomo
+
   E allora, Ulisse, che faremo? L'uomo
 
   che cercavamo, non abbiam trovato
 
   che cercavamo, non abbiam trovato
 
   nella sua tenda. Ogni speranza è persa.
 
   nella sua tenda. Ogni speranza è persa.
Riga 903: Riga 903:
 
   parlo; ma quei che patirà la frode,
 
   parlo; ma quei che patirà la frode,
 
   nulla sa: m'è vicino, eppur non m'ode.
 
   nulla sa: m'è vicino, eppur non m'ode.
(Entra [[Paride]]. [[Ulisse]] e Diomede si allontanano)
+
(Entra [[Paride]]. Ulisse e Diomede si allontanano)
 
[[Paride]] (Parla rivolto alla tenda d'[[Ettore]]):
 
[[Paride]] (Parla rivolto alla tenda d'[[Ettore]]):
 
   A te, duce e fratello, [[Ettore]] io parlo.
 
   A te, duce e fratello, [[Ettore]] io parlo.
Riga 939: Riga 939:
 
   gli alleati vedere. Ed anche tu
 
   gli alleati vedere. Ed anche tu
 
   conoscerai la mia benevolenza.
 
   conoscerai la mia benevolenza.
([[Paride]] si allontana. Tornano [[Ulisse]] e Diomede)
+
([[Paride]] si allontana. Tornano Ulisse e Diomede)
 
[[Atena]]:
 
[[Atena]]:
 
   Ora a voi parlo, o figlio di Laerte.
 
   Ora a voi parlo, o figlio di Laerte.
Riga 961: Riga 961:
 
   Corra ognuno, su su, su.
 
   Corra ognuno, su su, su.
 
   Questo ha preso, ho còlto questo.
 
   Questo ha preso, ho còlto questo.
CORIFEO A (Riesce ad afferrare [[Ulisse]]):
+
CORIFEO A (Riesce ad afferrare Ulisse):
 
   Chi sei tu?
 
   Chi sei tu?
 
   Donde vieni? Parla presto.
 
   Donde vieni? Parla presto.
Riga 982: Riga 982:
 
CORIFEO B:
 
CORIFEO B:
 
   Non uccidere un amico.
 
   Non uccidere un amico.
CORIFEO A (Ad [[Ulisse]]):
+
CORIFEO A (Ad Ulisse):
 
   Quale il motto?
 
   Quale il motto?
 
ULISSE:
 
ULISSE:
Riga 988: Riga 988:
 
CORIFEO B:
 
CORIFEO B:
 
   Basta. Dal suo sen distogli l'asta.
 
   Basta. Dal suo sen distogli l'asta.
([[Ulisse]] e Diomede si allontanano)
+
(Ulisse e Diomede si allontanano)
 
CORIFEO A:
 
CORIFEO A:
 
   Dove andati son quegli uomini?
 
   Dove andati son quegli uomini?
Riga 1 011: Riga 1 011:
 
   Qual Dio sacro e per lui piú d'ogni Iddio?
 
   Qual Dio sacro e per lui piú d'ogni Iddio?
 
SEMICORO A:
 
SEMICORO A:
   Sarà d'[[Ulisse]], o di chi mai, tale opera?
+
   Sarà d'Ulisse, o di chi mai, tale opera?
 
SEMICORO B:
 
SEMICORO B:
 
   Di lui, se dal passato indurre è lecito.
 
   Di lui, se dal passato indurre è lecito.
Riga 1 022: Riga 1 022:
 
   Chi mai? Chi dici prode?
 
   Chi mai? Chi dici prode?
 
SEMICORO B:
 
SEMICORO B:
   [[Ulisse]].
+
   Ulisse.
 
SEMICORO A:
 
SEMICORO A:
 
   Oh, non dar merito
 
   Oh, non dar merito
Riga 1 040: Riga 1 040:
 
   calpestassero il suol le sue vestigia!
 
   calpestassero il suol le sue vestigia!
 
SEMICORO A:
 
SEMICORO A:
   Sia pure [[Ulisse]], o no, terror m'esàgita.
+
   Sia pure Ulisse, o no, terror m'esàgita.
 
SEMICORO B:
 
SEMICORO B:
 
   Su noi scolte cadrà d'[[Ettore]] il biasimo.
 
   Su noi scolte cadrà d'[[Ettore]] il biasimo.
Riga 1 231: Riga 1 231:
 
   Mai di cavalli tanto amor m'invada,
 
   Mai di cavalli tanto amor m'invada,
 
   che per esso gli amici a morte io ponga.
 
   che per esso gli amici a morte io ponga.
   Fu d'[[Ulisse]] l'impresa: ordirla e compierla
+
   Fu d'Ulisse l'impresa: ordirla e compierla
 
   quale altro argivo pote' mai? Timore
 
   quale altro argivo pote' mai? Timore
 
   egli m'incute; ed il timore m'agita
 
   egli m'incute; ed il timore m'agita
Riga 1 237: Riga 1 237:
 
   ch'egli da tempo è lungi, e non appare.
 
   ch'egli da tempo è lungi, e non appare.
 
Auriga:
 
Auriga:
   Questo [[Ulisse]] che dici io non conosco;
+
   Questo Ulisse che dici io non conosco;
 
   ma nemico non fu chi noi trafisse.
 
   ma nemico non fu chi noi trafisse.
 
[[Ettore]]:
 
[[Ettore]]:
Riga 1 282: Riga 1 282:
 
   E venni qui poiché mio figlio vidi
 
   E venni qui poiché mio figlio vidi
 
   barbaramente dai nemici ucciso.
 
   barbaramente dai nemici ucciso.
   Ma chi l'uccise, il frodolento [[Ulisse]],
+
   Ma chi l'uccise, il frodolento Ulisse,
 
   degna pena pagarne un dí dovrà.
 
   degna pena pagarne un dí dovrà.
  
Riga 1 302: Riga 1 302:
 
   e di Laerte il germine,
 
   e di Laerte il germine,
 
   che me d'un fulgidissimo
 
   che me d'un fulgidissimo
   figlio ba privato; ed [[Elena]]
+
   figlio ba privato; ed Elena
 
   muoia, che vagabonda al frigio letto
 
   muoia, che vagabonda al frigio letto
 
   giunse dalla tua reggia, e a te miserrima
 
   giunse dalla tua reggia, e a te miserrima
Riga 1 338: Riga 1 338:
 
   t'ebber convinto a sostener gli amici.
 
   t'ebber convinto a sostener gli amici.
 
   E della strage [[Atena]] è sola autrice.
 
   E della strage [[Atena]] è sola autrice.
   Non la compieva [[Ulisse]], e non il figlio
+
   Non la compieva Ulisse, e non il figlio
 
   di [[Tideo]], pur compiendola: non credere
 
   di [[Tideo]], pur compiendola: non credere
 
   che ignara io sia di ciò. Pure, alla tua
 
   che ignara io sia di ciò. Pure, alla tua
Riga 1 355: Riga 1 355:
 
   che tu l'avessi ucciso t'accusò.
 
   che tu l'avessi ucciso t'accusò.
 
[[Ettore]]:
 
[[Ettore]]:
   Tutto io sapevo; e per saper che [[Ulisse]]
+
   Tutto io sapevo; e per saper che Ulisse
 
   con l'arti sue l'aveva ucciso, d'uopo
 
   con l'arti sue l'aveva ucciso, d'uopo
 
   di profeti non era. E quanto a me,
 
   di profeti non era. E quanto a me,

Per favore tieni presente che tutti i contributi a Il Crepuscolo degli Dèi possono essere modificati, stravolti o cancellati da altri contributori. Se non vuoi che i tuoi testi possano essere alterati, allora non inserirli.
Inviando il testo dichiari inoltre, sotto tua responsabilità, che è stato scritto da te personalmente oppure è stato copiato da una fonte di pubblico dominio o similarmente libera (vedi Il Crepuscolo degli Dèi:Copyright per maggiori dettagli). Non inviare materiale protetto da copyright senza autorizzazione!

Annulla Guida (si apre in una nuova finestra)