Biblioteca:Apollonio Rodio, Argonautiche, Libro II

(Differenze fra le revisioni)



				

				
			
m (Sostituzione testo - 'Circe' con 'Circe')
Versione corrente (19:54, 29 apr 2017) (modifica) (annulla)
m (Sostituzione testo - 'Zefiro' con 'Zefiro')
 
e le inseguirono. [[Zeus]] diede loro una forza instancabile:
e le inseguirono. [[Zeus]] diede loro una forza instancabile:
senza di lui non avrebbero mai potuto seguirle,
senza di lui non avrebbero mai potuto seguirle,
-
perché volavano rapide come tempeste di Zefiro,
+
perché volavano rapide come tempeste di [[Zefiro]],
sempre, quando andavano verso Fineo o ne ripartivano.
sempre, quando andavano verso Fineo o ne ripartivano.
Come quando sui monti i cani esperti di caccia
Come quando sui monti i cani esperti di caccia
riversa dentro il mare le vaste correnti.
riversa dentro il mare le vaste correnti.
Spinta la vostra nave sino alla foce del fiume,
Spinta la vostra nave sino alla foce del fiume,
-
allora vedrete le torri di Eete Citeo
+
allora vedrete le torri di [[Eete]] Citeo
e il bosco ombroso di [[Ares]], dove sopra la cima
e il bosco ombroso di [[Ares]], dove sopra la cima
d'una quercia è disteso il vello, ed un drago,
d'una quercia è disteso il vello, ed un drago,
e con piacere Parebio li vide nella sua casa:
e con piacere Parebio li vide nella sua casa:
da tanto tempo Fineo aveva predetto che un giorno
da tanto tempo Fineo aveva predetto che un giorno
-
uno stuolo di eroi dalla Grecia, diretti alla terra di Eete,
+
uno stuolo di eroi dalla Grecia, diretti alla terra di [[Eete]],
sarebbero approdati alla terra Tinia e per volere di [[Zeus]]  
sarebbero approdati alla terra Tinia e per volere di [[Zeus]]  
avrebbero messo fine agli assalti dei mostri.
avrebbero messo fine agli assalti dei mostri.
la dea alla quale si deve la gloria più grande.
la dea alla quale si deve la gloria più grande.
All'alba del terzo giorno, col soffio possente
All'alba del terzo giorno, col soffio possente
-
di Zefiro, lasciarono l'isola impervia, e videro,
+
di [[Zefiro]], lasciarono l'isola impervia, e videro,
e costeggiarono di fronte, la foce del fiume Sangario
e costeggiarono di fronte, la foce del fiume Sangario
e la fertile terra dei Mariandini,
e la fertile terra dei Mariandini,
il dolore lo prese, e disse queste parole:
il dolore lo prese, e disse queste parole:
"Amici miei, quale uomo avete perduto, quale soccorso  
"Amici miei, quale uomo avete perduto, quale soccorso  
-
nel vostro lungo viaggio per andare da Eete!
+
nel vostro lungo viaggio per andare da [[Eete]]!
Io lo conosco bene, l'ho visto in questa terra
Io lo conosco bene, l'ho visto in questa terra
in casa di mio padre Dascilo, quando attraverso
in casa di mio padre Dascilo, quando attraverso
Perciò prevedo per noi una sorte infelice, come quella dei
Perciò prevedo per noi una sorte infelice, come quella dei
[due che son morti,
[due che son morti,
-
se non potremo neppure giungere alla città del terribile Eete,
+
se non potremo neppure giungere alla città del terribile [[Eete]],
né più tornare alla terra di Grecia, che è oltre le rupi:
né più tornare alla terra di Grecia, che è oltre le rupi:
si stenderà sopra noi un destino inglorioso
si stenderà sopra noi un destino inglorioso
i compagni: la più parte di loro scelse Anceo per pilota.
i compagni: la più parte di loro scelse Anceo per pilota.
S'imbarcarono all'alba del dodicesimo giorno:
S'imbarcarono all'alba del dodicesimo giorno:
-
alle loro spalle soffiava un forte vento di Zefiro.
+
alle loro spalle soffiava un forte vento di [[Zefiro]].
Rapidamente oltrepassarono a remi il fiume Acheronte,
Rapidamente oltrepassarono a remi il fiume Acheronte,
poi, fidando nel vento, issarono le vele e nel tempo sereno
poi, fidando nel vento, issarono le vele e nel tempo sereno
dove era stato compagno di [[Eracle]], morì sulle rive del mare
dove era stato compagno di [[Eracle]], morì sulle rive del mare
per la ferita di un dardo, che, in quelle terre, l'aveva colpito.
per la ferita di un dardo, che, in quelle terre, l'aveva colpito.
-
Per un poco non passarono avanti, perché Persefone stessa  
+
Per un poco non passarono avanti, perché [[Persefone]] stessa  
rimandò l'anima lacrimosa del figlio di Attore,
rimandò l'anima lacrimosa del figlio di Attore,
che supplicava di poter vedere per un momento i suoi pari.
che supplicava di poter vedere per un momento i suoi pari.
doveva venire in quel luogo alle loro speranze?
doveva venire in quel luogo alle loro speranze?
I figli di Frisso andavano, sopra una nave di Colchide,
I figli di Frisso andavano, sopra una nave di Colchide,
-
lasciata Eea, ed Eete Citeo, alla città di Orcomeno,
+
lasciata Eea, ed [[Eete]] Citeo, alla città di Orcomeno,
a prendere le ricchezze immense del padre: lui stesso, morendo,  
a prendere le ricchezze immense del padre: lui stesso, morendo,  
aveva loro ordinato di compiere il viaggio.
aveva loro ordinato di compiere il viaggio.
E Argo gli rispose, affranto dalla sciagura:
E Argo gli rispose, affranto dalla sciagura:
"Vi era già prima noto, credo, che Frisso, nipote di Eolo,
"Vi era già prima noto, credo, che Frisso, nipote di Eolo,
-
venne ad Eea dalla Grecia; Frisso, che giunse alla città di Eete,
+
venne ad Eea dalla Grecia; Frisso, che giunse alla città di [[Eete]],
cavalcando un montone che fu mutato da [[Ermes]] in oro,
cavalcando un montone che fu mutato da [[Ermes]] in oro,
e il vello ancor oggi potete vederlo
e il vello ancor oggi potete vederlo
lo sacrificò a [[Zeus]], il figlio di [[Crono]],
lo sacrificò a [[Zeus]], il figlio di [[Crono]],
nella sua veste di protettore degli esuli.
nella sua veste di protettore degli esuli.
-
Eete accolse Frisso nella sua casa e gli diede in moglie
+
[[Eete]] accolse Frisso nella sua casa e gli diede in moglie
la figlia Calciope, senza doni, per la gioia dell'animo.
la figlia Calciope, senza doni, per la gioia dell'animo.
Noi siamo figli di Frisso e Calciope. Frisso ora è morto  
Noi siamo figli di Frisso e Calciope. Frisso ora è morto  
-
assai vecchio, nella casa di Eete, e noi, obbedendo
+
assai vecchio, nella casa di [[Eete]], e noi, obbedendo
all'ordine di nostro padre, andiamo a Orcomeno
all'ordine di nostro padre, andiamo a Orcomeno
a prendere possesso dell'eredità di Atamante.
a prendere possesso dell'eredità di Atamante.
Erano infatti fratelli Creteo e Atamante,
Erano infatti fratelli Creteo e Atamante,
e io sono il nipote di Creteo, e vado con questi compagni
e io sono il nipote di Creteo, e vado con questi compagni
-
dalla Grecia alla città di Eete. Ma di queste cose
+
dalla Grecia alla città di [[Eete]]. Ma di queste cose
parleremo più tardi. Adesso prima vestitevi.
parleremo più tardi. Adesso prima vestitevi.
Credo che per volere divino siete venuti da me, bisognosi d'aiuto".
Credo che per volere divino siete venuti da me, bisognosi d'aiuto".
del sacrificio di Frisso, per cui [[Zeus]] si sdegnò con gli Eolidi".  
del sacrificio di Frisso, per cui [[Zeus]] si sdegnò con gli Eolidi".  
Così li esortava, ma quelli inorridirono al suo discorso:
Così li esortava, ma quelli inorridirono al suo discorso:
-
pensavano che non avrebbero mai trovato Eete benigno,
+
pensavano che non avrebbero mai trovato [[Eete]] benigno,
se era nei loro disegni portare via il vello d'oro.
se era nei loro disegni portare via il vello d'oro.
E così disse Argo, turbato all'idea dell'impresa che osavano:
E così disse Argo, turbato all'idea dell'impresa che osavano:
"Amici miei, non vi mancherà il nostro aiuto,  
"Amici miei, non vi mancherà il nostro aiuto,  
se ne avete bisogno, per quanto è in nostro potere.
se ne avete bisogno, per quanto è in nostro potere.
-
Ma Eete è crudele, violento, terribile;
+
Ma [[Eete]] è crudele, violento, terribile;
perciò ho grande paura per le sorti del vostro viaggio.
perciò ho grande paura per le sorti del vostro viaggio.
Si vanta d'essere figlio del Sole, intorno a lui sono
Si vanta d'essere figlio del Sole, intorno a lui sono
le innumerevoli genti dei Colchi, e nel grido feroce
le innumerevoli genti dei Colchi, e nel grido feroce
e nella forza immensa si mette alla pari di [[Ares]].
e nella forza immensa si mette alla pari di [[Ares]].
-
Ma anche senza contare Eete, è egualmente difficile
+
Ma anche senza contare [[Eete]], è egualmente difficile
prendere il vello, tale è il serpente che lo custodisce,
prendere il vello, tale è il serpente che lo custodisce,
insonne, immortale; gli diede vita la Terra,  
insonne, immortale; gli diede vita la Terra,  
"Amico mio, non cercare di spaventarci coi tuoi discorsi.
"Amico mio, non cercare di spaventarci coi tuoi discorsi.
Non ci manca il coraggio a tal punto da dichiararci
Non ci manca il coraggio a tal punto da dichiararci
-
sconfitti da Eete nella prova delle armi;
+
sconfitti da [[Eete]] nella prova delle armi;
anche noi andiamo là esperti di guerra,
anche noi andiamo là esperti di guerra,
io credo, e nati dal sangue degli immortali.  
io credo, e nati dal sangue degli immortali.  
"Siamo giunti alla terra di Colchide, alle correnti del Fasi:
"Siamo giunti alla terra di Colchide, alle correnti del Fasi:
è giunto il momento che tra noi meditiamo
è giunto il momento che tra noi meditiamo
-
se saggiare Eete con le maniere cortesi,
+
se saggiare [[Eete]] con le maniere cortesi,
oppure trovare qualche altro mezzo efficace".
oppure trovare qualche altro mezzo efficace".
Così disse, e [[Giasone]], seguendo il consiglio di Argo,
Così disse, e [[Giasone]], seguendo il consiglio di Argo,

Versione corrente