Biblioteca:Apollonio Rodio, Argonautiche, Libro II

(Differenze fra le revisioni)



				

				
			
m (Sostituzione testo - 'Crono' con 'Crono')
m (Sostituzione testo - 'Poseidone' con 'Poseidone')
Erano in quel paese le stalle e la casa di Amico,
Erano in quel paese le stalle e la casa di Amico,
il feroce signore dei Bebrici, al quale diede la vita
il feroce signore dei Bebrici, al quale diede la vita
-
Melia, una ninfa bitinia, unitasi al dio Poseidone,
+
Melia, una ninfa bitinia, unitasi al dio [[Poseidone]],
loro progenitore. Era il più arrogante degli uomini,
loro progenitore. Era il più arrogante degli uomini,
e perfino per i suoi ospiti aveva stabilito una legge indegna:  
e perfino per i suoi ospiti aveva stabilito una legge indegna:  
se Era non infondeva un enorme coraggio ad Anceo,
se Era non infondeva un enorme coraggio ad Anceo,
nato presso le acque del fiume Imbrasio da Astipalea
nato presso le acque del fiume Imbrasio da Astipalea
-
e da Poseidone, ed abilissimo nel guidare le navi.
+
e da [[Poseidone]], ed abilissimo nel guidare le navi.
Egli si rivolse a Peleo con grande slancio:
Egli si rivolse a Peleo con grande slancio:
"Figlio di Eaco, come si può trascurare la nostra impresa
"Figlio di Eaco, come si può trascurare la nostra impresa

Versione del 08:14, 31 mar 2017