Atena

(Differenze fra le revisioni)



				

				
			
(La nascita)
Versione corrente (11:22, 22 mar 2020) (modifica) (annulla)
m (Sostituzione testo - '|specificità=Divinità della Guerra' con '|specificità=Divinità della Guerra |sub=-')
 
-
[[Image:Atenabotticelli.jpg|right|250px|thumb|Botticelli, Pallade doma un centauro]]
+
{{Voce
 +
|anagrafica=SCHEDA ANAGRAFICA
 +
|nome originale=-
 +
|altri nomi=-
 +
|immagine=[[Image:Botticelli, Sandro - Pallade e il Centauro (1482-83).jpg|220px]]
 +
|etimo=-
 +
|sesso=Femmina
 +
|sezione=Mitologia Greca
 +
|continente=Europa
 +
|area=Mediterraneo
 +
|paese=Grecia
 +
|origine=Greci
 +
|tipologia=Divinità
 +
|sottotipologia=Divinità delle Attività
 +
|specificità=Divinità della Guerra
 +
|sub=-
 +
|indole= Benevola
 +
|aspetto=Antropomorfo
 +
|animali=Civetta, Gallo
 +
|piante=Ulivo
 +
|attributi=Lancia, Elmo, Scudo
 +
|elemento=Terra
 +
|habitat=Cielo
 +
|ambiti=Guerra
 +
}}
Figlia di [[Zeus]], nacque dal suo capo tutta armata, quando il dio ebbe inghiottito la sua prima moglie [[Metide]]. Prudenza e forza erano le sue due caratteristiche. Dea della guerra dell'intelligenza, protettrice delle città e specialmente di Atene. Era anche la dea delle arti e della scienza. Insegnò ai cittadini a domare i tori, inventò l'aratro e l'arte del fuoco, insegnò a filare, a tessere, a tingere.  
Figlia di [[Zeus]], nacque dal suo capo tutta armata, quando il dio ebbe inghiottito la sua prima moglie [[Metide]]. Prudenza e forza erano le sue due caratteristiche. Dea della guerra dell'intelligenza, protettrice delle città e specialmente di Atene. Era anche la dea delle arti e della scienza. Insegnò ai cittadini a domare i tori, inventò l'aratro e l'arte del fuoco, insegnò a filare, a tessere, a tingere.  
==La nascita==
==La nascita==
-
Come detto Atena nacque direttamente da Zeus, in modo che non si compisse la predizione fatta da Gea ed Urano. Questi ultimi avevano infatti predetto a Zeus che dalla sua unione con Metide sarebbe nato un figlio astuto e forte, destinato a divenire re degli dei; proprio per questo motivo Zeus, spaventato, trasformò la moglie in mosca e la inghiottì, non sapendo che questa era in procinto di partorire. Atena nacque così dal capo del padre già adulta ed armata, aiutata da Efesto che con un ascia aprì il cranio a Zeus facilitando la sua uscita, per questo motivo a lui fu destinata in sposa. <br>Quando però [[Efesto]] l'ebbe condotta nella camera nuziale, la dea, che viene dipinta come giovane e vergine (difatti Tiresia, un indovino, fu privato della vista per averla veduta al bagno), scomparve. Una leggenda narra che dal seme di Efesto caduto a terra nacque [[Erittonio]], che Atena prese sotto la sua ala protettrice come suo prediletto.
+
Come detto Atena nacque direttamente da [[Zeus]], in modo che non si compisse la predizione fatta da [[Gea]] ed [[Urano]]. Questi ultimi avevano infatti predetto a Zeus che dalla sua unione con Metide sarebbe nato un figlio astuto e forte, destinato a divenire re degli dei; proprio per questo motivo Zeus, spaventato, trasformò la moglie in mosca e la inghiottì, non sapendo che questa era in procinto di partorire. Atena nacque così dal capo del padre già adulta ed armata, aiutata da Efesto che con un ascia aprì il cranio a Zeus facilitando la sua uscita, per questo motivo a lui fu destinata in sposa. <br>Quando però [[Efesto]] l'ebbe condotta nella camera nuziale, la dea, che viene dipinta come giovane e vergine (difatti Tiresia, un indovino, fu privato della vista per averla veduta al bagno), scomparve. Una leggenda narra che dal seme di Efesto caduto a terra nacque [[Erittonio]], che Atena prese sotto la sua ala protettrice come suo prediletto.
<br>Dopo la nascita visse con il dio [[Tritone]] e la figlia di lui, [[Pallade]]; Atena e quest'ultima si esercitavano spesso nel combattimento fino a quando, un giorno, durante un allenamento, Atena uccise involontariamente l'amica e disperata per la sua perdita causata da un errore, costruì e le dedicò una statua che la ritraeva: il [[Palladio]]. Decise, inoltre, di aggiungere il nome dell'amica al proprio (''Pallade Atena''). Un'altra versione afferma invece che la dea volle farsi chiamare Pallade Atena dopo che ebbe ucciso il gigante Pallante.
<br>Dopo la nascita visse con il dio [[Tritone]] e la figlia di lui, [[Pallade]]; Atena e quest'ultima si esercitavano spesso nel combattimento fino a quando, un giorno, durante un allenamento, Atena uccise involontariamente l'amica e disperata per la sua perdita causata da un errore, costruì e le dedicò una statua che la ritraeva: il [[Palladio]]. Decise, inoltre, di aggiungere il nome dell'amica al proprio (''Pallade Atena''). Un'altra versione afferma invece che la dea volle farsi chiamare Pallade Atena dopo che ebbe ucciso il gigante Pallante.
*[[Agoraia]]
*[[Agoraia]]
*[[Alalcomene (2)|Alalcomene]]
*[[Alalcomene (2)|Alalcomene]]
 +
*[[Alea]]
*[[Pallade]]
*[[Pallade]]
I romani la chiamarono [[Minerva]].
I romani la chiamarono [[Minerva]].
-
==Riferimenti artistici ==
+
{{Bibliografia}}
-
*Sandro Botticelli, ''Pallade doma un centauro'', dipinto.
+
 +
==Museo==
 +
<DPL>
 +
linksto=Atena
 +
namespace=Immagine
 +
ordermethod=titlewithoutnamespace
 +
order=ascending
 +
format=<gallery perrow=5>,%PAGE%|[[:Immagine:%TITLE%|%TITLE%]]\n,,</gallery>
 +
</DPL>
 +
 +
[[Categoria:Mitologia Classica]]
[[Categoria:Mitologia Greca]]
[[Categoria:Mitologia Greca]]
[[Categoria:Europa]]
[[Categoria:Europa]]
[[Categoria:Indole: Benevola]]
[[Categoria:Indole: Benevola]]
[[Categoria:Aspetto: Antropomorfo]]
[[Categoria:Aspetto: Antropomorfo]]
-
[[Categoria:Elemento: Non specificato]]
+
[[Categoria:Elemento: Terra]]
[[Categoria:Habitat: Cielo]]
[[Categoria:Habitat: Cielo]]
[[Categoria:Guerra]]
[[Categoria:Guerra]]

Versione corrente