Astidamia

(Differenze fra le revisioni)



				

				
			
m (Sostituzione testo - 'Categoria:Sovrani' con 'Categoria:Nobili Categoria:Sovrani')
Versione corrente (09:49, 19 ott 2019) (modifica) (annulla)
 
Riga 1: Riga 1:
 +
{{Voce
 +
|anagrafica= SCHEDA ANAGRAFICA
 +
|nome originale=-
 +
|altri nomi=-
 +
|immagine=[[Immagine:Noimage.jpg|200px]]
 +
|etimo=-
 +
|sesso=Femmina
 +
|sezione=Mitologia Classica
 +
|continente=Europa
 +
|area=Mediterraneo
 +
|paese=Grecia
 +
|origine=Greci
 +
|tipologia=Umani
 +
|sottotipologia=Nobili
 +
|specificità=Sovrani
 +
|indole=Malevola
 +
|aspetto=Antropomorfo
 +
|animali=-
 +
|piante=-
 +
|attributi=-
 +
|elemento=-
 +
|habitat=-
 +
|ambiti=-
 +
}}
 +
Moglie di [[Acasto]], re di [[Jolco]]. Avendo Acasto bandito una gara per celebrare i funerali del padre, [[Peleo]], figlio di [[Eaco]] e di [[Endeide]], volle parteciparvi; e, in questa occasione, Astidamia (secondo altri [[Atalanta]]), moglie di Acasto, s'innamorò follemente di colui che sarebbe, più tardi, divenuto il padre di [[Achille]]; ma non essendo riuscita a piegarlo alle sue voglie, lo accusò davanti al marito di aver voluto farle violenza: Acasto dissimulando il suo rancore, condusse a caccia Peleo; ed approfittando del sonno che l'aveva colto, per stanchezza sul monte Pelio, lo spogliò delle armi, abbandonandolo alla crudeltà delle fiere e dei [[Centauri]]. Ma [[Chirone]], uno di essi, lo sottrasse alla furia dei compagni, e gli permise, così di tornare a Jolco e uccidere [[Acasto]] e Astidamia.
Moglie di [[Acasto]], re di [[Jolco]]. Avendo Acasto bandito una gara per celebrare i funerali del padre, [[Peleo]], figlio di [[Eaco]] e di [[Endeide]], volle parteciparvi; e, in questa occasione, Astidamia (secondo altri [[Atalanta]]), moglie di Acasto, s'innamorò follemente di colui che sarebbe, più tardi, divenuto il padre di [[Achille]]; ma non essendo riuscita a piegarlo alle sue voglie, lo accusò davanti al marito di aver voluto farle violenza: Acasto dissimulando il suo rancore, condusse a caccia Peleo; ed approfittando del sonno che l'aveva colto, per stanchezza sul monte Pelio, lo spogliò delle armi, abbandonandolo alla crudeltà delle fiere e dei [[Centauri]]. Ma [[Chirone]], uno di essi, lo sottrasse alla furia dei compagni, e gli permise, così di tornare a Jolco e uccidere [[Acasto]] e Astidamia.

Versione corrente

SCHEDA
IDENTITA'
Nome originale: -
Altri nomi: -
Etimologia: -
Sesso: Femmina
LOCALIZZAZIONE
Sezione: Mitologia Classica
Continente: Europa
Area: Mediterraneo
Paese: Grecia
Popolo/Regione: Greci
CLASSIFICAZIONE
Tipologia: Umani
Sottotipologia: Nobili
Specificità: Sovrani
ATTRIBUTI
Aspetto: Antropomorfo
Animali: -
Piante: -
Altri attributi: -
CARATTERI
Indole: Malevola
Elemento: -
Habitat: -
Tematiche: -

Moglie di Acasto, re di Jolco. Avendo Acasto bandito una gara per celebrare i funerali del padre, Peleo, figlio di Eaco e di Endeide, volle parteciparvi; e, in questa occasione, Astidamia (secondo altri Atalanta), moglie di Acasto, s'innamorò follemente di colui che sarebbe, più tardi, divenuto il padre di Achille; ma non essendo riuscita a piegarlo alle sue voglie, lo accusò davanti al marito di aver voluto farle violenza: Acasto dissimulando il suo rancore, condusse a caccia Peleo; ed approfittando del sonno che l'aveva colto, per stanchezza sul monte Pelio, lo spogliò delle armi, abbandonandolo alla crudeltà delle fiere e dei Centauri. Ma Chirone, uno di essi, lo sottrasse alla furia dei compagni, e gli permise, così di tornare a Jolco e uccidere Acasto e Astidamia.