Antiope (1)



				

				

Figlia di Nitteo, fu sedotta da Zeus che aveva assunto sembianze da satiro. Quando Nitteo si accorse che la figlia era gravida la scacciò e la giovane ebbe asilo presso re Epopeo, dove partorì i due gemelli Anfione e Zeto che però fu costretta ad abbandonare per ordine del nuovo re tebano Lico quando questi la ebbe in suo potere. Antiope fu inoltre costretta a subire i maltrattamenti di Dirce, moglie di Lico, finché venne liberata dai figli divenuti adulti. Tuttavia Dioniso rese Antiope folle, per vendicare la morte di Dirce, che era una sua Menade. In seguito Antiope fu guarita da Foco e i due si sposarono.

[modifica] Riferimenti artistici

  • Correggio, Giove e Antiope, dipinto.
  • Jean-Antoine Watteau, Giove e Antiope, dipinto.