Differenze tra le versioni di "Angelo che passa"

 
(2 versioni intermedie di uno stesso utente non sono mostrate)
Riga 1: Riga 1:
Pressoché in ogni parte d'Italia, in particolare Lazio, Toscana, Romagna, è diffusa la credenza più scherzosa che seria che ci sia un Angelo che vola invisibile a osservare gli uomini e il mondo in genere e, quando vede qualcosa a suo giudizio giusta e opportuna, dicendo: Amen fa avverare desideri o ferma le cose nel punto dove si trovano.
+
{{Voce
 +
|anagrafica= SCHEDA ANAGRAFICA
 +
|nome originale=-
 +
|altri nomi=-
 +
|immagine=[[Immagine:Noimage.jpg|250px]]
 +
|etimo=-
 +
|sesso=Maschio
 +
|sezione=Folklore
 +
|continente=Europa
 +
|area=Mediterraneo
 +
|paese=Italia
 +
|origine=Lazio
 +
|tipologia=Creature Fantastiche
 +
|sottotipologia=Esseri Intermediari
 +
|specificità=Angeli
 +
|sub=-
 +
|indole=Benevola
 +
|aspetto=Antropomorfo
 +
|animali=-
 +
|piante=-
 +
|attributi=-
 +
|elemento=Aria
 +
|habitat=Cielo
 +
|ambiti=-
 +
}}
 +
 
 +
Pressoché in ogni parte d'Italia, in particolare Lazio, Toscana, Romagna, è diffusa la credenza più scherzosa che seria che ci sia un Angelo che vola invisibile a osservare gli uomini e il mondo in genere e, quando vede qualcosa a suo giudizio giusta e opportuna, dicendo "Amen" fa avverare desideri o ferma le cose nel punto dove si trovano.
 
<br>A Roma si dice: "Passasse l'Angelo e dicesse Amen (Così sia!) quando si vede una bella ragazza", nel senso che si avveri un comprensibile desiderio.
 
<br>A Roma si dice: "Passasse l'Angelo e dicesse Amen (Così sia!) quando si vede una bella ragazza", nel senso che si avveri un comprensibile desiderio.
 
<br>Altrove si minacciano i bambini che imitano gl'infelici dicendo che se passa l'Angelo li farà restare in quella posizione, infelici loro stessi.
 
<br>Altrove si minacciano i bambini che imitano gl'infelici dicendo che se passa l'Angelo li farà restare in quella posizione, infelici loro stessi.
Riga 5: Riga 31:
 
<br>È legato alla credenza devozionale nell'esistenza dell'Angelo Custode che ogni persona avrebbe vicino per tutta la vita, al fine di preservarla dai pericoli e dalle tentazioni.
 
<br>È legato alla credenza devozionale nell'esistenza dell'Angelo Custode che ogni persona avrebbe vicino per tutta la vita, al fine di preservarla dai pericoli e dalle tentazioni.
  
 +
[[Categoria:Folklore]]
 
[[Categoria:Creature Fantastiche]]
 
[[Categoria:Creature Fantastiche]]
 +
[[Categoria:Europa]]
 +
[[Categoria:Mediterraneo]]
 +
[[Categoria:Italia]]
 +
[[Categoria:Esseri Intermediari]]
 
[[Categoria:Angeli]]
 
[[Categoria:Angeli]]
[[categoria:Creature Fantastiche del Lazio]]
+
[[Categoria:Lazio]]
[[categoria:Creature Fantastiche della Toscana]]
+
[[Categoria:Toscana]]
[[categoria:Creature Fantastiche dell'Emilia Romagna]]
+
[[Categoria:Emilia Romagna]]
 +
[[Categoria:Sesso: Maschio]]
 +
[[Categoria:Aspetto: Antropomorfo]]
 +
[[Categoria:Indole: Benevola]]
 +
[[Categoria:Elemento: Aria]]
 +
[[Categoria:Habitat: Cielo]]

Versione attuale delle 12:18, 29 mar 2020

SCHEDA
Noimage.jpg
IDENTITA'
Nome originale: -
Altri nomi: -
Etimologia: -
Sesso: Maschio
LOCALIZZAZIONE
Sezione: Folklore
Continente: Europa
Area: Mediterraneo
Paese: Italia
Popolo/Regione: Lazio
CLASSIFICAZIONE
Tipologia: Creature Fantastiche
Sottotipologia: Esseri Intermediari
Specificità: Angeli
Subspecifica: -
ATTRIBUTI
Aspetto: Antropomorfo
Animali: -
Piante: -
Altri attributi: -
CARATTERI
Indole: Benevola
Elemento: Aria
Habitat: Cielo
Tematiche: -

Pressoché in ogni parte d'Italia, in particolare Lazio, Toscana, Romagna, è diffusa la credenza più scherzosa che seria che ci sia un Angelo che vola invisibile a osservare gli uomini e il mondo in genere e, quando vede qualcosa a suo giudizio giusta e opportuna, dicendo "Amen" fa avverare desideri o ferma le cose nel punto dove si trovano.
A Roma si dice: "Passasse l'Angelo e dicesse Amen (Così sia!) quando si vede una bella ragazza", nel senso che si avveri un comprensibile desiderio.
Altrove si minacciano i bambini che imitano gl'infelici dicendo che se passa l'Angelo li farà restare in quella posizione, infelici loro stessi.
Ci si augura che passi l'Angelo anche nel caso che si veda un qualcosa d'inevitabile accadere, minacciare e si desidera che si fermi.
È legato alla credenza devozionale nell'esistenza dell'Angelo Custode che ogni persona avrebbe vicino per tutta la vita, al fine di preservarla dai pericoli e dalle tentazioni.