Modifica di Andromeda

Attenzione: non hai effettuato l'accesso. Se effettuerai delle modifiche il tuo indirizzo IP sarà visibile pubblicamente. Se accedi o crei un'utenza, le tue modifiche saranno attribuite al tuo nome utente, insieme ad altri benefici.

Questa modifica può essere annullata. Controlla le differenze mostrate sotto fra le due versioni per essere certo che il contenuto corrisponda a quanto desiderato, e quindi salvare le modifiche per completare la procedura di annullamento.
Versione attuale Il tuo testo
Riga 1: Riga 1:
{{Voce
+
Figlia di [[Cefeo]], re dell'Etiopia (indicava i paesi a sud dell'Egitto e genericamente l'Africa) e di [[Cassiopea]]. Essendosi la madre vantata che la figlia superasse in bellezza le [[Nereidi]], queste risentite si rivolsero a [[Poseidone]] perché punisse l'oltraggio avuto e [[Poseidone]] mandò un mostro marino a devastare le coste del regno di [[Cefeo]]. Il re, interpellato l'oracolo, ebbe come responso che doveva abbandonare la figlia Andromeda alla mercè del mostro. I genitori, sebbene addolorati, acconsentirono alla brutale offerta anche perché spinti dal popolo rumoreggiante e fecero incatenare la figlia ad uno scoglio. Il fato volle che mentre [[Perseo]] ritornava volando in patria con la testa di Medusa, da lui uccisa, scorse la fanciulla ed incantatosi di tanta bellezza scese e si fece raccontare la storia, saputola si precipitò da [[Cefeo]], offrendosi di liberare Andromeda a condizione che gliela concedesse in moglie. Andromeda in un primo tempo era stata promessa a [[Fineo]], fratello del re, con cui però [[Cefeo]] in seguito aveva litigato: egli dunque fu più che contento di accettare l'offerta di [[Perseo]] e addirittura gli promise la successione al trono, essendosi  [[Perseo]] arrivò giusto in tempo alla spiaggia dove il mostro stava già per attaccare la ragazza, e libratosi in volo con la scimitarra (dono divino) iniziò una durissima lotta dalla quale uscì vincitore. Liberata Andromeda, la riportò a corte dove il padre [[Cefeo]] si affrettò a mantenere la parola organizzando la festa nuziale, quand'ecco arrivare l'ex pretendente [[Fineo]] (nonché fratello del re) che, armi in pugno, voleva far valere i suoi vecchi diritti su Andromeda. [[Cefeo]] cercò invano di far capire al fratello che non era il caso che reclamasse visto che non aveva mosso un dito per liberarla dal mostro. Nacque così una furibonda lotta che, visto il grande numero di seguaci che [[Fineo]] aveva portato con sè, stava per sopraffare [[Perseo]] che allora, estratta dalla sua bisaccia la testa della [[Medusa]], pietrificò tutti i suoi avversari ancora in vita, [[Fineo]] compreso. [[Perseo]] ebbe da Andromeda i seguenti figli: [[Perse (1)|Perse]], [[Alceo (1)|Alceo]], [[Elettrione]], [[Stenelo (1)|Stenelo]] e [[Gorgofone]]. Il figlio [[Perse]] rimase col nonno [[Cefeo]], mentre gli altri fecero ritorno con lui in Grecia.
|anagrafica= SCHEDA ANAGRAFICA
+
Andromeda invecchiò al fianco del marito, fino al giorno in cui entrambi vennero trasformati da [[Zeus]] in costellazioni.
|nome originale=-
 
|altri nomi=-
 
|immagine=[[Immagine:Guidi, Domenico - Andromeda e il mostro marino (1694).jpg]]
 
|etimo=-
 
|sesso=Femmina
 
|sezione=Mitologia Classica
 
|continente=Europa
 
|area=Mediterraneo
 
|paese=Grecia
 
|origine=Greci
 
|tipologia=Umani
 
|sottotipologia=Nobili
 
|specificità=Sovrani
 
|sub=-
 
|indole=Benevola
 
|aspetto=Antropomorfo
 
|animali=-
 
|piante=-
 
|attributi=-
 
|elemento=-
 
|habitat=-
 
|ambiti=Amori, Bellezza, Costellazioni, Metamorfosi, Sacrificio
 
}}
 
 
 
 
 
  
Figlia di [[Cefeo]], re dell'Etiopia (indicava i paesi a sud dell'Egitto e genericamente l'Africa) e di [[Cassiopea]]. Essendosi la madre vantata che la figlia superasse in bellezza le [[Nereidi]], queste risentite si rivolsero a [[Poseidone]] perché punisse l'oltraggio avuto e [[Poseidone]] mandò un mostro marino a devastare le coste del regno di [[Cefeo]]. Il re, interpellato l'oracolo, ebbe come responso che doveva abbandonare la figlia Andromeda alla mercè del mostro. I genitori, sebbene addolorati, acconsentirono alla brutale offerta anche perché spinti dal popolo rumoreggiante e fecero incatenare la figlia ad uno scoglio. Il fato volle che mentre [[Perseo]] ritornava volando in patria con la testa di Medusa, da lui uccisa, scorse la fanciulla ed incantatosi di tanta bellezza scese e si fece raccontare la storia, saputola si precipitò da [[Cefeo]], offrendosi di liberare Andromeda a condizione che gliela concedesse in moglie. Andromeda in un primo tempo era stata promessa a [[Fineo]], fratello del re, con cui però [[Cefeo]] in seguito aveva litigato: egli dunque fu più che contento di accettare l'offerta di [[Perseo]] e addirittura gli promise la successione al trono.
+
== Bibliografia ==
<br>[[Perseo]] arrivò giusto in tempo alla spiaggia dove il mostro stava già per attaccare la ragazza, e libratosi in volo con la scimitarra (dono divino) iniziò una durissima lotta dalla quale uscì vincitore. Liberata Andromeda, la riportò a corte dove il padre [[Cefeo]] si affrettò a mantenere la parola organizzando la festa nuziale, quand'ecco arrivare l'ex pretendente [[Fineo]] (nonché fratello del re) che, armi in pugno, voleva far valere i suoi vecchi diritti su Andromeda. [[Cefeo]] cercò invano di far capire al fratello che non era il caso che reclamasse visto che non aveva mosso un dito per liberarla dal mostro. Nacque così una furibonda lotta che, visto il grande numero di seguaci che [[Fineo]] aveva portato con sè, stava per sopraffare [[Perseo]] che allora, estratta dalla sua bisaccia la testa della [[Medusa]], pietrificò tutti i suoi avversari ancora in vita, [[Fineo]] compreso. [[Perseo]] ebbe da Andromeda i seguenti figli: [[Perse (1)|Perse]], [[Alceo (1)|Alceo]], [[Elettrione]], [[Stenelo (1)|Stenelo]] e [[Gorgofone]]. Il figlio [[Perse]] rimase col nonno [[Cefeo]], mentre gli altri fecero ritorno con lui in Grecia.
+
=== Fonti Antiche ===
Andromeda invecchiò al fianco del marito, fino al giorno in cui entrambi vennero trasformati da [[Zeus]] in costellazioni.
+
*[[Ovidio]], ''Metamorfosi''
  
==LETTERATURA==
+
== Riferimenti letterari ==
 
=== La figura di Andromeda nella letteratura postclassica ===
 
=== La figura di Andromeda nella letteratura postclassica ===
 
*Pierre Corneille, ''Andromeda'', tragedia.
 
*Pierre Corneille, ''Andromeda'', tragedia.
  
{{Bibliografia}}
+
==Galleria==
 
+
<gallery perrow=6>
 
+
Immagine:Burneperseo06.jpg|<center>Edward Burne-Jones, ''Lo scoglio del destino'', olio su tela - Staatsgallerie, Stoccarda
==MUSEO==
+
Immagine:Burneperseo07.jpg|<center>Edward Burne-Jones, ''Il destino compiuto'', olio su tela - Staatsgallerie, Stoccarda
<DPL>
+
</gallery>
linksto=Andromeda
 
namespace=Immagine
 
ordermethod=titlewithoutnamespace
 
order=ascending
 
format=<gallery perrow=8>,%PAGE%|[[:Immagine:%TITLE%|%TITLE%]]\n,,</gallery>
 
</DPL>
 
 
 
  
[[Categoria:Mitologia Classica]]
 
 
[[Categoria:Mitologia Greca]]
 
[[Categoria:Mitologia Greca]]
 
[[Categoria:Europa]]
 
[[Categoria:Europa]]
Riga 54: Riga 21:
 
[[Categoria:Grecia]]
 
[[Categoria:Grecia]]
 
[[Categoria:Sacrificio]]
 
[[Categoria:Sacrificio]]
[[Categoria:Nobili]]
 
 
[[Categoria:Sovrani]]
 
[[Categoria:Sovrani]]
 
[[Categoria:Costellazioni]]
 
[[Categoria:Costellazioni]]
Riga 62: Riga 28:
 
[[Categoria:Indole: Benevola]]
 
[[Categoria:Indole: Benevola]]
 
[[Categoria:Aspetto: Antropomorfo]]
 
[[Categoria:Aspetto: Antropomorfo]]
[[Categoria:Bellezza]]
 
[[Categoria:Amori]]
 

Per favore tieni presente che tutti i contributi a Il Crepuscolo degli Dèi possono essere modificati, stravolti o cancellati da altri contributori. Se non vuoi che i tuoi testi possano essere alterati, allora non inserirli.
Inviando il testo dichiari inoltre, sotto tua responsabilità, che è stato scritto da te personalmente oppure è stato copiato da una fonte di pubblico dominio o similarmente libera (vedi Il Crepuscolo degli Dèi:Copyright per maggiori dettagli). Non inviare materiale protetto da copyright senza autorizzazione!

Annulla Guida (si apre in una nuova finestra)