Amata

Versione del 21:47, 7 nov 2011, autore: Ilcrepuscolo (discussione | contributi)




				

				

Moglie di re Latino e madre di Lavinia, contraria al progetto, voluto dal consorte, di far sposare la figlia con Enea, uno straniero, ed invasata dal furore provocatole dal morso del serpente di Aletto, una delle Furie, corse per tutta Laurento fingendosi invasata da Bacco con l'intento di evitare le nozze. Riuscì a portare via con sè la figlia e la nascose sui monti. Si uccise impiccandosi quando ritenne erroneamente che Laurento fosse già stata presa da Enea e i suoi alleati.