Differenze tra le versioni di "Amata"

m (Sostituzione testo - "|attributi1=- |attributi2=- |attributi3=- |attributi4=- |attributi5=- |attributi6=-" con "|alimenti1=- |alimenti2=- |alimenti3=- |alimenti4=- |armi1=- |armi2=- |armi3=- |armi4=- |armi5=- |armi6=- |armi7=- |armi8=- |abbigliamento1=...)
 
(17 versioni intermedie di 6 utenti non mostrate)
Riga 1: Riga 1:
Moglie di re [[Latino]] e madre di [[Lavinia]], contraria al progetto, voluto dal consorte, di far sposare la figlia con [[Enea]], uno straniero, ed invasata dal furore provocatole dal morso del serpente di [[Aletto]], una delle [[Furie]], corse per tutta [[Laurento]] fingendosi invasata da [[Bacco]] con l'intento di evitare le nozze. Riuscì a portare via con sè la figlia e la nascose sui monti. Si uccise impiccandosi quando ritenne erroneamente che [[Laurento]] fosse già stata presa da [[Enea]] e i suoi alleati.
+
{{Voce
 +
|anagrafica= SCHEDA ANAGRAFICA
 +
|nome originale=-
 +
|altri nomi=-
 +
|immagine=[[Immagine:Noimage.jpg|250px]]
 +
|etimo=-
 +
|sesso=Femmina
 +
|sezione=Mitologia Classica
 +
|continente=Europa
 +
|area=Mediterraneo
 +
|paese=Italia
 +
|origine=Romani
 +
|tipologia=Umani
 +
|sottotipologia=Nobili
 +
|specificità=Sovrani
 +
|sub=-
 +
|indole=Malevola
 +
|aspetto=Antropomorfo
 +
|fisici1=-
 +
|fisici2=-
 +
|fisici3=-
 +
|fisici4=-
 +
|fisici5=-
 +
|fisici6=-
 +
|animali1=-
 +
|animali2=-
 +
|animali3=-
 +
|animali4=-
 +
|piante1=-
 +
|piante2=-
 +
|piante3=-
 +
|piante4=-
 +
|alimenti1=-
 +
|alimenti2=-
 +
|alimenti3=-
 +
|alimenti4=-
 +
|armi1=-
 +
|armi2=-
 +
|armi3=-
 +
|armi4=-
 +
|armi5=-
 +
|armi6=-
 +
|armi7=-
 +
|armi8=-
 +
|abbigliamento1=-
 +
|abbigliamento2=-
 +
|abbigliamento3=-
 +
|abbigliamento4=-
 +
|abbigliamento5=-
 +
|abbigliamento6=-
 +
|abbigliamento7=-
 +
|abbigliamento8=-
 +
|altri1=-
 +
|altri2=-
 +
|altri3=-
 +
|altri4=-
 +
|altri5=-
 +
|altri6=-
 +
|altri7=-
 +
|altri8=-
 +
|numeri1=-
 +
|numeri2=-
 +
|numeri3=-
 +
|numeri4=-
  
 +
 +
|elemento=-
 +
|habitat=-
 +
|ambiti=[[Elenchi:Pazzia|Pazzia]], [[Elenchi:Suicidio|Suicidio]]
 +
}}
 +
 +
Moglie di re [[Latino]] e madre di [[Lavinia]], contraria al progetto, voluto dal consorte, di far sposare la figlia con [[Enea]], uno straniero, e resa folle dal furore provocatole dal morso del [[serpente]] di [[Aletto]], una delle [[Furie]], corse per tutta [[Laurento]] fingendosi invasata da [[Bacco]] con l'intento di evitare le nozze. Riuscì a portare via con sè la figlia e la nascose sui monti. Si uccise impiccandosi quando ritenne erroneamente che [[Laurento]] fosse già stata presa da [[Enea]] e i suoi alleati.
 +
 +
== Interpretazione ==
 +
Non v'è dubbio che la pazzia di Amata, per quanto vera, sia a tratti simulata: si tratta di un caso unico in tutta la mitologia classica.
 +
 +
 +
[[Categoria:Mitologia Classica]]
 
[[Categoria:Mitologia Romana]]
 
[[Categoria:Mitologia Romana]]
[[Categoria:Regine]]
+
[[Categoria:Europa]]
 +
[[Categoria:Mediterraneo]]
 +
[[Categoria:Italia]]
 +
[[Categoria:Nobili]]
 +
[[Categoria:Sovrani]]
 +
[[Categoria:Suicidio]]
 +
[[Categoria:Umani]]
 +
[[Categoria:Pazzia]]
 +
[[Categoria:Sesso: Femmina]]
 +
[[Categoria:Indole: Malevola]]
 +
[[Categoria:Aspetto: Antropomorfo]]

Versione attuale delle 17:46, 27 set 2021

SCHEDA
Noimage.jpg
IDENTITÀ
Nome orig.: -
Altri nomi: -
Etimologia: -
Sesso: Femmina
LOCALIZZAZIONE
Sezione: Mitologia Classica
Continente: Europa
Area: Mediterraneo
Paese: Italia
Origine: Romani
CLASSIFICAZIONE
Tipologia: Umani
Sottotipologia: Nobili
Specificità: Sovrani
Subspecifica: -
CARATTERI
Aspetto: Antropomorfo
Indole: Malevola
Elemento: -
Habitat: -
ATTRIBUTI
Fisici
Animali
Vegetali
Minerali
Alimenti
Colori
Numeri
Armi
Abbigliamento
Altri
TEMATICHE

Moglie di re Latino e madre di Lavinia, contraria al progetto, voluto dal consorte, di far sposare la figlia con Enea, uno straniero, e resa folle dal furore provocatole dal morso del serpente di Aletto, una delle Furie, corse per tutta Laurento fingendosi invasata da Bacco con l'intento di evitare le nozze. Riuscì a portare via con sè la figlia e la nascose sui monti. Si uccise impiccandosi quando ritenne erroneamente che Laurento fosse già stata presa da Enea e i suoi alleati.

Interpretazione[modifica]

Non v'è dubbio che la pazzia di Amata, per quanto vera, sia a tratti simulata: si tratta di un caso unico in tutta la mitologia classica.