Amata

(Differenze fra le revisioni)



				

				
			
Riga 1: Riga 1:
Moglie di re [[Latino]] e madre di [[Lavinia]], contraria al progetto, voluto dal consorte, di far sposare la figlia con [[Enea]], uno straniero, e resa folle dal furore provocatole dal morso del serpente di [[Aletto]], una delle [[Furie]], corse per tutta [[Laurento]] fingendosi invasata da [[Bacco]] con l'intento di evitare le nozze. Riuscì a portare via con sè la figlia e la nascose sui monti. Si uccise impiccandosi quando ritenne erroneamente che [[Laurento]] fosse già stata presa da [[Enea]] e i suoi alleati.
Moglie di re [[Latino]] e madre di [[Lavinia]], contraria al progetto, voluto dal consorte, di far sposare la figlia con [[Enea]], uno straniero, e resa folle dal furore provocatole dal morso del serpente di [[Aletto]], una delle [[Furie]], corse per tutta [[Laurento]] fingendosi invasata da [[Bacco]] con l'intento di evitare le nozze. Riuscì a portare via con sè la figlia e la nascose sui monti. Si uccise impiccandosi quando ritenne erroneamente che [[Laurento]] fosse già stata presa da [[Enea]] e i suoi alleati.
 +
 +
== Interpretazione ==
 +
Non v'è dubbio che la pazzia di Amata, per quanto vera, sia a tratti simulata.
[[Categoria:Mitologia Romana]]
[[Categoria:Mitologia Romana]]

Versione del 16:23, 3 gen 2012

Moglie di re Latino e madre di Lavinia, contraria al progetto, voluto dal consorte, di far sposare la figlia con Enea, uno straniero, e resa folle dal furore provocatole dal morso del serpente di Aletto, una delle Furie, corse per tutta Laurento fingendosi invasata da Bacco con l'intento di evitare le nozze. Riuscì a portare via con sè la figlia e la nascose sui monti. Si uccise impiccandosi quando ritenne erroneamente che Laurento fosse già stata presa da Enea e i suoi alleati.

Interpretazione

Non v'è dubbio che la pazzia di Amata, per quanto vera, sia a tratti simulata.