Ahoeitu



				

				

Figlio del dio Eitumatupua. Quando questi scese dal cielo su un grande albero e prese per moglie una discendente del verme Ilaheva. Quando fece ritorno in cielo, il dio abbandonò sulla Terra la moglie e il figlio, Ahoeitu. Ma quando Ahoeitu crebbe, provò il desiderio di far visita a suo padre in cielo, e la madre gli disse che avrebbe trovato Eitumatupua che stava catturando dei piccioni. Allora Ahoeitu si arrampicò sull’albero, incontrò suo padre e se ne rallegrò molto. Tuttavia, gli altri figli di Eitumatupua, figli del cielo, diventarono gelosi e tesero un’imboscata ad Ahoeitu, lo strapparono in pezzi, lo fecero cuocere e lo mangiarono. Quando il loro padre scoprì il misfatto, ordinò loro di vomitare i pezzi di Ahoeitu che avevano mangiato, dopo di che ricostruì il ragazzo con l’aiuto di erbe magiche. Ahoeitu fu poi rimandato sulla Terra come sovrano di Tonga, mentre i suoi fratelli celesti furono condannati a rimanere nell’albero; tuttavia, alla fine, Eitumatupua si impietosì e li liberò.