Adamo



				

				

Il primo uomo creato. Il nome vuol dire umanità in ebraico, ed è simile alla parola 'terra o suolo' Gen 2:7,20; 5:1; Tob 8:6; Sir 49:16. Il nome viene usato nella Nuova Riveduta dal tempo del giudizio da parte di Dio per il suo peccato in più, prima veniva usato 'l'uomo' Gen 3:17,21. Sua moglie era Eva, e i suoi figli Caino, Abele, Set ed altri, e visse per 930 anni Gen 2:22-23; 4:1-2,25; 5:3-5; 1Cr 1:1; Lu 3:38. Avendo egli mangiato il frutto proibito insieme alla moglie fu autore del peccato originale e venne per questo scacciato dall'Eden; per mezzo di lui il peccato e la morte sono entrati nel mondo Os 6:7; Rom 5:12-15. Ma Gesù è l'ultimo Adamo che porta la vita (invece della morte) a tutti gli uomini Rom 5:15-20; 1Cor 15:22,45. La creazione e il peccato di Adamo sono alla base ancora oggi del rapporto fra l'uomo e la donna 1Tim 2:11-14.

Indice

[modifica] Riferimenti letterari

[modifica] La figura di Adamo nella letteratura postbiblica

  • Dante, Commedia. L'anima di Adamo si trova nel settimo cielo del Paradiso.
  • Vittorio Alfieri, Abele, tramelogedia.

[modifica] Riferimenti artistici

  • Masaccio, La cacciata di Adamo ed Eva (o La cacciata dei progenitori), affresco.
  • Piero della Francesca, Morte di Adamo, affresco.
  • Hieronymus Bosch, Trittico delle Delizie, oli su tavola.

[modifica] Personaggi simili

  • Atu (Mitologia Polinesiana)
  • Manu (Mitologia Indiana)