Acacallide

(Reindirizzamento da Acacalle)



				

				
SCHEDA
IDENTITA'
Nome originale: -
Altri nomi: -
Etimologia: -
Sesso: Femmina
LOCALIZZAZIONE
Sezione: Mitologia Classica
Continente: Europa
Area: Mediterraneo
Paese: Grecia
Popolo/Regione: Greci
CLASSIFICAZIONE
Tipologia: Umani
Sottotipologia: Nobili
Specificità: Principi
ATTRIBUTI
Aspetto: Antropomorfo
Animali: -
Piante: -
Altri attributi: -
CARATTERI
Indole: Benevola
Elemento: -
Habitat: -
Tematiche: Abbandono, Amori, Esilio

Acacallide, talvolta, chiamata Acacalle, era una delle figlie di Minosse, che fu amata successivamente da Ermes e da Apollo. Dal primo ebbe un figlio, Cidone, dal secondo ne ebbe tre: Nasso (che dette il nome all'isola cosi chiamata), Mileto e Anfitemi, conosciuto anche sotto il nome di Garamante. Mentre ella aspettava la nascita di Anfitemi, Minosse, irritato, la esiliò lontano da Creta, e la inviò fino in Libia (cioè nella regione della Tunisia meridionale).
Qui suo figlio, sotto il nome di Garamante, dette origine al popolo nomade dei Garamanti. Già mentre era in procinto d'avere il suo terzo figlio, Mileto, Acacallide aveva temuto la collera del padre ed era fuggita dal palazzo per cercare asilo nei boschi.
Qui mise al mondo il piccolo Mileto. Non potendo allevarlo, abbandonò il bambino ai piedi d'un albero, ma, per ordine d'Apollo, le lupe della foresta lo nutrirono col loro latte fino a che alcuni pastori non lo trovarono, lo raccolsero e lo allevarono.
Acacallide designa la «tamerice d'Egitto» (v. Filandra).

[modifica] Etimologia

Il nome indica la tamerice secondo Dioscoride 1, 89, oppure il narciso, cfr. Hesych. s. v., ed è probabilmente di origine egiziana (Chantraine, DELG).

[modifica] Bibliografia

[modifica] Fonti moderne