Abari (2)

SCHEDA
Noimage.jpg
IDENTITA'
Nome originale: -
Altri nomi: -
Etimologia: -
Sesso: Maschio
LOCALIZZAZIONE
Sezione: Mitologia Classica
Continente: Europa
Area: Mediterraneo
Paese: Grecia
Popolo/Regione: Greci
CLASSIFICAZIONE
Tipologia: Umani
Sottotipologia: Nobili
Specificità: -
Subspecifica: -
ATTRIBUTI
Aspetto: Antropomorfo
Animali: -
Piante: -
Altri attributi: -
CARATTERI
Indole: Malevola
Elemento: -
Habitat: -
Tematiche: Metamorfosi, Rapimento


Amico di Fineo, chiamato anche Abaride; di nobile stirpe, proveniva dalla zona caucasica.

La fine[modifica]

Assieme a Fineo, tentò il rapimento di Andromeda; Perseo, accortosene, lo mutò in pietra mostrandogli la testa di Medusa. Secondo la versione riportata da Ovidio, invece, Abari non fu pietrificato da Perseo ma cadde duellando contro di lui.

Interpretazione[modifica]

In Ovidio, Abari, anziché essere rappresentato come il braccio destro di Fineo, figura semplicemente quale uno dei suoi tanti seguaci: come la maggior parte di essi, è sprovvisto di tratti positivi, pur non essendo tra gli individui propriamente odiosi.

BIBLIOGRAFIA[modifica]

Fonti Antiche[modifica]